Home / Prima pagina / Granello di senape / Granello di Senape – Alessandria, su il cappello! In fondo, #siamoborsalino

Granello di Senape – Alessandria, su il cappello! In fondo, #siamoborsalino

Finisce un mito: gli italiani non credono più al posto fisso, il sogno per eccellenza.
Ben tre su quattro non credono più in questa possibilità, così come rilevato dall’indagine trimestrale condotta da Randstad Workmonitor, colosso delle risorse umane.
La questione del lavoro è molto complessa: da una parte le grandi aziende falliscono e dall’altra alcune aziende diventano grandi, in pochissimo tempo. Proviamo a pensare alla decrescita della Fiat e alla crescita di Google.
La prima produce auto, un prodotto che si vende, si acquista, si usa, si aggiusta; la seconda cosa produce?
I tempi cambiano, i mercati collassano e nascono, guidati dalle innovazioni tecnologiche, che in questi ultimi 20 anni hanno modificato il nostro stile di vita.
Molte aziende italiane non fanno ricerca, non fanno innovazione, sono rimaste legate agli schemi produttivi dell’Ottocento e rischiano di chiudere perché incapaci di adeguarsi al progresso tecnologico.
Ma la Borsalino ci dimostra che non basta. Ad Alessandria si diceva che chi lavorava alla Borsalino “stava bene” perché aveva un posto fisso, sicuro. E oggi?
Chiediamolo ai dipendenti della Borsalino che in queste settimane vivono l’incubo del fallimento, non dovuto al loro lavoro (l’azienda sta bene e si è adattata al mercato moderno) ma alle scelte
sbagliate e criminali di chi ha causato la crisi.
E allora su il cappello per la Borsalino: siamo con voi, anzi #siamoborsalino.

 

Enzo Governale 

About Veronica Privitera

Check Also

«È stato frate tutta la vita»

Un'intervista a Padre Piercarlo in ricordo di Padre Timoteo.

Lascia un commento