Home / Prima pagina / L’esortazione apostolica «Gaudete et Exsultate»

L’esortazione apostolica «Gaudete et Exsultate»

«La santità non è l’imitazione di modelli astratti e ideali. I riferimenti della santità ordinaria sono semplici, vicini, popolari: una “santità piccolina”». Lo scrive padre Antonio Spadaro, direttore de «La Civiltà Cattolica», nel suo commento all’esortazione apostolica del Papa «Gaudete et Exsultate», pubblicata lunedì 9 aprile. «Tante volte Francesco ha fatto riferimento a Teresa di Lisieux, richiamando la sua via alla santità» ricorda Spadaro, che sottolinea come «la santità è vivere la propria vocazione e missione sulla terra». Per riuscirci bisogna «discernere la propria strada, la propria via di santità, quella che permette di dare il meglio di sé. Questo è uno dei pilastri della Gaudete et Exsultate». Centrale, a suo avviso, il discernimento. «In un contesto di continuo zapping esistenziale, si potrebbe vivere persino uno zapping spirituale, diciamo così, se non si è condotti dal discernimento». Infine, una riflessione sul titolo. «L’esortazione è il frutto maturo di una riflessione che il Pontefice porta avanti da molto tempo, ed esprime in maniera organica la sua visione della santità intrecciata a quella della missione della Chiesa nel mondo contemporaneo» conclude Spadaro.

Fonte: Agensir

About Giorgio Ferrazzi

Servitore, capo #scout, amante della #grafica, studente di #ingegneria civile. Ho accettato un invito e... eccomi qui!

Check Also

Intervistare non è come passeggiare – l’Editoriale di Andrea Antonuccio

Care lettrici, cari lettori, come ogni anno ci disponiamo a onorare la Madonna della Salve …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: