Home / Alessandria / Sport / Monferrato Rugby / Monferrato Rugby – «Delusi per la mancata promozione»

Monferrato Rugby – «Delusi per la mancata promozione»

Il campionato di Serie B appena concluso ha visto la franchigia piemontese giungere quarta con 78 punti. Rispettivamente 13 in meno del Cus Milano, arrivato primo, e 12 in meno del Biella Rugby, l’altra compagine promossa in A. Al terzo posto ha chiuso l’Amatori Rugby Alghero (87), che si è visto sfuggire di mano il passaggio di categoria proprio all’ultima partita, perdendo in casa lo scontro diretto con i lanieri. Guardando i dati che andranno ad arricchire gli archivi statistici, in 22 partite il Monferrato ha vinto 15 volte e perso sette, realizzando 630 punti e subendone 355 (differenza in positivo 275). Le sconfitte sono state quelle in trasferta contro Sondrio, Alghero, Capoterra, Biella e Lumezzane; e quelle casalinghe contro Cus Milano e Alghero. La compagine catalana è l’unica ad aver superato due volte il Monferrato, che contro il forte Cus Milano ha invertito i fattori: successo al “Giuriati” e battuta d’arresto ad Alessandria. “Sicuramente siamo delusi per la mancata promozione – spiega l’allenatore-giocatore Roberto Mandelli. “Abbiamo disputato un campionato di vertice, contribuendo a restringere i giochi a quattro e dettando i tempi per tutto il girone d’andata. Non dimentichiamo che siamo stati noi i campioni d’inverno con ben cinque punti sulla coppia promossa Cus e Biella, a cui vanno i nostri complimenti”. Poi cosa è successo? “Credo che a penalizzarci siano stati soprattutto gli infortuni che praticamente ci hanno pregiudicato l’intero reparto dei trequarti. Ho avuto quattro titolari fuori per un lungo periodo. Poi ci sono stati degli episodi”. Quali? “Il blackout che ha compromesso la nostra prestazione a Sondrio alla terza di campionato, le mancate trasformazioni ad Alghero, che hanno fatto la differenza e alcune decisioni che ci hanno fortemente penalizzato a Capoterra”. Quando ha cominciato a intuire che il Monferrato avrebbe potuto perdere il treno per la promozione ? “L’unica partita in cui siamo davvero stati inferiori ai nostri avversari, è stata quella di Alessandria a marzo contro il Cus Milano, quando, al di là del 43-12 finale, siamo stati sovrastati nel gioco e non siamo stati in grado di reagire. Prima si parlava di episodi, bene, alla terzultima di campionato abbiamo affrontato il Biella a casa sua e avremmo potuto benissimo vincere. Abbiamo invece perso 17-13. Se, al contrario, avessimo vinto, le cose avrebbero preso un’altra piega e avremmo potuto approcciarci diversamente al match casalingo contro l’Alghero”.

About Giorgio Ferrazzi

Servitore, capo #scout, amante della #grafica, studente di #ingegneria civile. Ho accettato un invito e... eccomi qui!

Check Also

Grigi, si riparte dai giovani

Nel momento in cui chiudevamo il giornale esattamente sette giorni fa, non sapevamo il risultato …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: