Home / Paginone / Paolo VI: «La carità prevalga tra tutti»

Paolo VI: «La carità prevalga tra tutti»

Pellegrinaggio in Terra Santa del Santo Padre Paolo VI, dal 4 al 6 gennaio 1964

«Beatitudine,
siamo felici di poter incontrare la vostra Beatitudine in occasione del Nostro pellegrinaggio in Terra Santa, e siamo consapevoli del significato profondo di questo incontro a Gerusalemme.
Vorremmo innanzitutto ringraziarvi per l’accoglienza che ci è stata data dal vostro clero e dai vostri fedeli. Siamo stati molto sensibili ai gesti della carità e della premura di cui siamo stati oggetto. Abbiamo anche appreso con gioia che un clima di franca collaborazione ora regnava tra la vostra comunità, la comunità cattolica e la comunità armena per il lavoro di restauro della Chiesa del Santo Sepolcro. Questo santuario è il più prezioso al mondo per i cuori cristiani. È proprio il luogo in cui Dio “voleva riconciliare tutti gli esseri con Cristo facendo pace con il sangue della Sua croce” (Col.1, 20), dove il Cristo glorioso risorto è diventato il principio della nostra vita, il pegno della nostra risurrezione, l’unico capo in cui tutto deve essere ricapitolato (Ef 1, 10). È altamente simbolico che, nonostante il peso della storia e le molte difficoltà, i cristiani, purtroppo separati, stiano lavorando insieme per ripristinare questo tempio che avevano costruito in unità e che le loro divisioni hanno lasciato decadere.
Il Nostro più grande desiderio è che la carità prevalga di più tra tutti, una carità vera, una carità senza pretese, che era il segno con il quale, nella Chiesa primitiva, si riconoscevano i discepoli di Cristo: “Guardate come si amano!”.
Sappiamo qual è il ruolo personale della Vostra Beatitudine in questo cambiamento di clima, conosciamo gli sforzi compiuti da entrambe le parti per eliminare i punti di attrito, diciamo la Nostra profonda gioia, ed esprimiamo tutta la Nostra gratitudine. Possa il Dio della pace portare abbondantemente la Sua grazia sulla Vostra Beatitudine, sul Suo clero e su tutti i bambini della Città Santa».

Saluto del Pontefice al patriarca Benediktos di Gerusalemme
4 gennaio 1964

About Alessandro Venticinque

Check Also

«Mi indicherai il sentiero della vita, gioia piena nella tua presenza, dolcezza senza fine alla tua destra»

Cari lettori, vogliamo raggiungervi con il nostro saluto dal Carmelo di Betania – Valmadonna prima …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: