Home / La recensione / La recensione – Domande e risposte bizzarre
Clicca e abbonati

La recensione – Domande e risposte bizzarre

Anastasio Sinaita nacque probabilmente a Cipro nel 630 d.C. Entrato a circa trent’anni nel monastero di santa Caterina sul monte Sinai (da cui gli derivò l’appellativo di Sinaita), divenne responsabile del nosocomio locale, viaggiando molto per dispute con gli eretici. Le Edizioni San Clemente e le Edizioni Studio Domenicano ora pubblicano le sue centotre Erotapokriseis con il titolo Domande e risposte bizzarre (pp 286, euro 30, con originale greco a fronte), tradotte da Serena Rinaldi, docente all’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Emilia.

Il volume, che affronta una varietà assoluta di tematiche, è simile nella struttura al Catechismo realizzato dal papa san Pio X nei primi anni del secolo scorso o al Compendio del Catechismo della Chiesa cattolica, approvato nel 2005 da Benedetto XVI. In pratica esso, nello schema di domanda e risposta, affronta problemi concreti della vita cristiana mettendo al centro la coscienza del singolo che s’impegna a discernere e compiere la volontà di Dio nel suo peculiare stato di vita: in questo approccio è certamente di una straordinaria modernità. Anche la particolare sensibilità per il mondo interiore di ogni persona è veramente di un’attualità incomparabile. Per esempio, si chiarisce che «se uno non abbandona il peccato e muore perseverando in esso, difficilmente sarà perdonato». Ma si ammonisce: «solo Dio può giudicare questi casi» (p. 49).

Vediamo un consiglio del monaco Anastasio. In caso di lite con qualcuno, se non riesco a riconciliarmi, meglio mantenere le apparenze di cordialità o troncare ogni legame? «Continua ad avere rapporti con lui, almeno verbalmente, perché spesso da un tale inizio può svilupparsi la perfetta ì» (p. 171), cioè un amore perfetto. Quindi, mai troncare le relazioni e confidare che con piccoli passi tutto si può aggiustare. Ottimo suggerimento per i nostri tempi, in cui ogni minimo screzio rappresenta un pretesto per cancellare quasi persino il ricordo di un altro, chiudendo a priori ogni porta al dialogo. Insomma, lo stile diretto e a tutto campo del volume può aiutare anche i cristiani del terzo millennio, ovviamente tralasciando le parti caratterizzate dal contesto storico antico, a vivere la fede in ogni ambiente d’impegno.

Fabrizio Casazza

About Alessandro Venticinque

Check Also

A un’ora da qui – Da Barcellona…

La Biennale internazionale del paesaggio di Barcellona replica al Museo del paesaggio di Verbania. Il …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: