Home / Rubriche / Laudato si / Laudato si’ – Bianca e integrale
Clicca e abbonati

Laudato si’ – Bianca e integrale

Avete voglia di pizza ma in casa non vi ritrovate il pomodoro e non sapete come superare questa drammatica impasse? Niente paura: si può preparare una pizza bianca con quello che avete nella dispensa, tralasciando la salsa rossa. Oggi vi suggeriamo una preparazione deliziosa tratta dal libro “Semi, germogli e cereali” di Noemie Strouk (Red Edizioni): le fotografie sono state realizzate da Aline Princet.

Le quantità sotto indicate sono per una pizza grande o per 2 piccole, la preparazione vi richiederà massimo 35 minuti, il tempo di riposo che va calcolato è di 1 ora e 40 minuti.Per la pasta vi serviranno 15 g di lievito di birra fresco, 200 ml di acqua tiepida, 320 g di farina di farro grande, ¹/₂ cucchiaino di sale, 3 cucchiai di olio di oliva, mentre per la farcitura procuratevi 1 cucchiaio di tahina, 100 g di panna da cucina, 250 g di mozzarella, 4 gambi di timo fresco, 4 fette di prosciutto crudo, 4 manciate di rucola, 2 manciate di germogli, sale e pepe.

Come prima cosa, sciogliete il lievito nell’acqua tiepida e fate riposare per 10 minuti circa. Nella tazza di un robot mettete la farina di farro, il sale, l’olio e il lievito diluito. Impastate a bassa velocità per 5-10 minuti, fino a quando la pasta si stacca dalle pareti. Coprite il recipiente con un canovaccio pulito e umido e lasciate lievitare per un’ora e 30 minuti in luogo tiepido. Sgasate la pasta premendola con i pugni sul piano da lavoro infarinato. Stendete la pasta in uno spessore di 3 mm circa, poi disponetela su un foglio di carta forno. Preriscaldate il forno a 240 °C. Stendete un leggero strato di tahina sulla pasta, poi uno strato di panna e di fettine di mozzarella. Cospargete il timo, sale e pepe, poi adagiate la pizza sulla piastra del forno e infornate per 15 minuti. Durante la cottura della pizza tagliate a striscioline il prosciutto. Quando estraete la pizza dal forno, distribuite sulla superficie la rucola, i germogli e il prosciutto, e servite subito.

Zelia Pastore

About Alessandro Venticinque

Check Also

La recensione – Le crociate e la fede oggi

«Le crociate furono la risposta alle continue provocazioni dei musulmani. Esse non rappresentarono il primo …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: