Home / Alessandria / Istituto Divina Provvidenza – Per queste Ragazze tutto è… possibile!
Clicca e abbonati

Istituto Divina Provvidenza – Per queste Ragazze tutto è… possibile!

Pubblichiamo volentieri l’articolo curato dalle Ragazze dell’istituto Divina Provvidenza, dopo la festa di sabato scorso dal titolo “Sembra facile… tutto è possibile!”. Moltissime persone, di ogni età, hanno gremito il salone dell’Istituto per assistere alle performance di queste Ragazze, i Tesori di Madre Michel, da cui possiamo imparare quel Bene, quell’atteggiamento positivo nei confronti della realtà, che le accompagna in ogni momento della giornata. Vanno viste dal vivo, in azione, sul palco mentre cantano, recitano o ballano. Ve lo assicuriamo, sono sorprendenti. Se alla festa di sabato non siete venuti, perché non lo sapevate o perché non potevate, qualcosa onestamente ve lo siete persi. Ci saranno altre occasioni, e noi ne daremo notizia. Nel frattempo, vi preannunciamo che sul prossimo numero di Voce pubblicheremo un’intervista “corale” alle Ragazze che hanno animato la festa. Ci hanno raccontato le loro sensazioni, le paure, le soddisfazioni. Ma, soprattutto, ci hanno lasciato un pensiero finale: «Amate, amate, amate». Sono parole di Madre Michel, che come una mamma le ha amate in vita e, grazie a coloro che oggi “gravitano” intorno all’Istituto, le ama ancora. (a.a.)

Come ogni anno, sabato 2 marzo noi Ragazze dell’Istituto abbiamo presentato il nostro consueto appuntamento del saggio. Il piccolo palcoscenico ha visto un susseguirsi di esibizioni: un viaggio nella storia della televisione rievocando con un revival degli Anni 60 alcune rivisitazioni di balletti e canzoni che hanno accompagnato gli anni della nostra gioventù. Noi, a seconda delle capacità e possibilità ci mettiamo in gioco attraverso numerose proposte per dare il meglio e per far capire alla gente che sappiamo portare il nostro contributo per sconfiggere i molti pregiudizi ancora presenti. Il saggio per noi è una grande soddisfazione perché ci rende attive e piene di vita.

Ci emozioniamo ogni volta che saliamo quei due piccoli ma importantissimi gradini che per molte di noi rappresentano una barriera enorme. Ma con la collaborazione e gli aiuti di certe persone (suore, educatrici, personale e tutti coloro che ci aiutano) possiamo superare le nostre paure. Quindi, quando siamo lì offriamo i nostri talenti, sapendo che qualcuno crede sempre in noi, ci stimola e ci incoraggia a continuare. Ogni volta, oltre alle divertenti e numerose interpretazioni, il nostro obiettivo è quello di dare un messaggio di amore, di serenità, di allegria, che possa entrare nei cuori degli spettatori che, sorpresi, partecipano alla nostra particolare rappresentazione. Quest’anno il nostro spettacolo è stato più divertente, più concreto, più significativo, più rappresentativo; poiché come sempre noi abbiamo  dato il massimo di noi e abbiamo regalato un messaggio di unicità, serenità e di sana e pura felicità attraverso anche il ricordo della Fondatrice interpretata più volte nelle numerose performance.

Ringraziamo pertanto il nostro staff al completo: Superiora Suor Natalina, Suor Reena, Suor Maret, Angela, Anna, Elena, Elisabetta, Giovanna, Margherita, Oriana, Paola e Tamara che ogni anno condividono questo bellissimo momento. Ringraziamo inoltre le nostre amiche Daniela Scavio, insegnante di pianoforte all’istituto comprensivo di Ovada, e Giusy Polito, insegnante di flauto all’istituto comprensivo Straneo, sezione musicale, che hanno accompagnato musicalmente il nostro spettacolo. Inoltre, ringraziamo il nostro caro amico Giampiero che da qualche anno si presta a vestire con Teresa i panni di un sempre attuale conduttore, e che ama sempre questa nostra casa e va incontro ai vari bisogni volendo bene a noi Tesori di Madre Michel. Infine ringraziamo il signor Carlo che si rende disponibile a effettuare le riprese, e il numeroso pubblico che tutti gli anni riempie il nostro salone acclamandoci con entusiasmo.

Le Ragazze dell’Istituto Divina Provvidenza

About Alessandro Venticinque

Check Also

Quando la tecnologia “abilita” la scuola

È possibile utilizzare strumenti come le sintesi vocali per aiutare gli studenti con disturbi specifici …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: