Home / Alessandria / Il Pranzo di Natale per i più poveri
Clicca e abbonati

Il Pranzo di Natale per i più poveri

Domenica 22 dicembre l’iniziativa della Comunità di Sant’Egidio e di Caritas diocesana

Anche quest’anno si svolgerà ad Alessandria il Pranzo di Natale, che Comunità di Sant’Egidio e Caritas diocesana stanno preparando per chi è più in difficoltà. L’appuntamento è per domenica 22 dicembre alle ore 12, presso la Casa di Quartiere della Comunità S. Benedetto al Porto, in via Verona, 116. Quella del “Pranzo di Natale della Comunità di Sant’Egidio” è divenuta ormai una bella tradizione che si ripete ogni anno, da più di trentacinque anni, in tante città italiane e del mondo. Natale è la festa per i poveri, per quelli che non hanno una tavola a cui sedersi e a cui noi vogliamo fare posto, non uno solo ma migliaia di posti: in Europa, Africa, in Asia e in America del nord e del sud. Natale è la festa di una famiglia raccolta dal Vangelo. Come le famiglie si riuniscono attorno alla tavola, c’è una comunità che fa festa con i poveri, con chi vive le difficoltà della vita, ma anche con i tanti che quel giorno desiderano e scelgono di unirsi a un popolo variegato per festeggiare con chi è più fragile e debole, con chi porta addosso le ferite della vita.

Nel Vangelo di Luca leggiamo: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici, né i tuoi fratelli, né i tuoi parenti, né i ricchi vicini, perché anch’essi non ti invitino a loro volta e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando dai un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti» (Luca 14,12-14). È questo il senso profondo del “Pranzo di Natale”, in cui per i deboli c’è un posto d’onore. Infatti, come ha ricordato papa Francesco, i poveri sono i privilegiati del mistero del Natale, coloro che maggiormente riescono a riconoscere la presenza di Dio in mezzo a noi (cft. Admirabile signum). Negli anni questo evento si è allargato e non è cresciuto solo il numero degli invitati al banchetto, ma anche quello di quanti si sono lasciati coinvolgere nell’aiuto e vivono la gioia di sentirsi utili e vicini ai più poveri e di riscoprire, in un tempo non facile, il senso profondo della festa e di un legame solidale e di amicizia con gli altri.

I volontari preparano questo appuntamento con grande cura: si addobbano i luoghi, si distribuiscono gli inviti, si raccolgono i regali, si cercano amici che possano aiutare nei giorni precedenti e il giorno del pranzo. Per fare il Pranzo di Natale c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Alla fine del pranzo ogni ospite riceverà un dono. Per questo si può aiutare acquistando un regalo, soprattutto da uomo o qualcosa di utile per gli anziani e per le persone che vivono per strada. Come zaini, borse, borselli, beauty, prodotti per l’igiene personale profumi, dopobarba, felpe, cappelli impermeabili, guanti e sciarpe, pashmine e k-way. Ad Alessandria il punto di raccolta è in piazza Santo Stefano 8, nei seguenti giorni: martedì 17 dicembre, dalle ore 16 alle 18; mercoledì 18 dicembre, dalle ore 18.30 alle 20.30. Per informazioni, per aiutare a confezionare i regali, per dare la disponibilità a preparare e a servire al pranzo contattare: Cristina (3391216301) e Ilaria (3472499313). Per conoscere meglio la storia del “Pranzo di Natale”: www.santegidio.org.

Check Also

«Un ritorno a scuola nel segno della speranza»

L’esperienza degli assistenti amministrativi «Si parte come si può, non si può danneggiare oltre questo …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: