Home / Il Contrappello / Tornerà tutto come prima?
Clicca e abbonati

Tornerà tutto come prima?

“Il contrappello” di Paolo Massobrio

Questa settimana su Avvenire mi sono chiesto se, dopo la fase di emergenza, tutto tornerà come prima. E la mia risposta è stata: no. Lo smartworking in molti casi continuerà fino all’autunno, con la conseguenza di avere meno traffico, città più vuote e quindi meno affari per bar e ristoranti.

Tra gli altri risvolti si nota un aumento del desiderio di uscire e di evadere, tanto che il giornalista Mario Calabresi (nella foto) ha creato un sito dedicato alle “Altre storie” e nelle ultime settimane si è occupato di mobilità dolce, nel senso di un ritorno virtuoso alla bici con l’iniziativa pubblica di creare piste ciclabili. Tra i cambiamenti emersi dopo il lockdown ricordiamo pure la riscoperta del picnic e le tante iniziative di cantine, aziende agrituristiche e ristoranti che hanno promosso nuove forme di accoglienza.

Quindi non tornerà tutto come prima. E chi rifiuta di adeguarsi, restando ancorato a un passato che non esiste più, rischia di rimanere al palo.

Leggi altri articoli de “Il contrappello”:

 

Check Also

Prepariamoci a una buona annata

“La testa e la pancia” di Silvio Bolloli Ci sono almeno tre buone ragioni che …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: