Home / Alessandria / Sport / Grigi / Alessandria Calcio, finalmente si gioca
Clicca e abbonati

Alessandria Calcio, finalmente si gioca

Domenica sera gara “secca” contro il Siena

Finalmente si ricomincia. Sul serio. Dopo la finale di Coppa Italia vinta dalla Juventus U23 (2-1 sulla Ternana), sono playout e playoff a impadronirsi della scena. Nel primo caso è già tutto deciso, perché le gare di ritorno disputate martedì hanno decretato che sono Pianese, Giana Erminio, Arzignano, Ravenna, Rende e Bisceglie le formazioni retrocesse, seguendo il destino di Gozzano, Rimini e Rieti.

Più lunga e articolata, invece, la strada che dovrà percorrere chi, al netto delle rinunce, tra tutte le classificate dal secondo al decimo posto nei tre gironi più la Juve U23 vincitrice della Coppa Italia di Serie C, spera di poter agguantare l’unico posto utile per salire di categoria e seguire le orme di Monza, Vicenza e Reggina.

Nella prima fase di fronte le squadre dello stesso girone: nel primo turno già qualificate Alessandria e Siena per il girone A (in virtù delle rinunce di Pro Patria e Arezzo) e Feralpisalò e Triestina per il B (a fronte delle rinunce di Modena e Piacenza), gli incontri che si sono svolti martedì hanno sancito la qualificazione di Novara (0-0 con l’Albinoleffe), Padova (0-0 con la Sambenedettese), Catania (3-2 con il Francavilla) e Catanzaro (0-0 con il Teramo), mentre non conosciamo il risultato della sfida tra Ternana e Avellino, andata in scena ieri sera a giornale già in stampa.

Nel secondo turno, che andrà in scena domenica e che vedrà finalmente i Grigi tornare in campo contro il Siena, oltre alle vincenti degli scontri precedenti entreranno in gioco le quarte dei gironi B e C (SudTirol e Potenza) ma non il Pontedera che, rinunciando, ha di fatto spalancato al Novara l’accesso alla fase nazionale. Si giocherà su gara unica, sul campo della compagine che nella stagione regolare ha ottenuto il miglior piazzamento in graduatoria: per questo, in caso di pareggio, avanti il club meglio piazzato.

Chi passa accede alla fase nazionale dove, al primo turno (9 luglio), parteciperanno 10 squadre: le sei vincitrici degli incontri della prima frazione più le terze classificate di ogni girone (Renate, Carpi e Monopoli) e la Juventus U23, vincitrice della Coppa Italia di serie C. Le vincenti dei match in gara unica (in caso di parità a passare sono le “teste di serie”, cioè le meglio classificate, la Juve e la meglio piazzata tra le sei che hanno passato la prima fase) avranno accesso al secondo step (13 luglio), dove la meglio piazzata tra le cinque qualificate e le seconde di ogni gruppo (Carrarese, Reggiana e Bari) riceveranno le altre quattro formazioni (con tabellone decretato a sorteggio) e saranno favorite in caso di parità. Supplementari e rigori, al contrario, sono previsti nella Final Four, con semifinali il 17 luglio e finale il 22.

Una strada lunga, insomma. Ma la posta in palio è alta, molto. Per i Grigi si comincia domenica contro il Siena, in uno scenario insolito: il Moccagatta deserto. (Nella foto, dell’Alessandria calcio, la squadra si allena al Centogrigio).

Marina Feola

Leggi anche l’intervista al mister dei Grigi, Angelo Gregucci:

Check Also

Prepariamoci a una buona annata

“La testa e la pancia” di Silvio Bolloli Ci sono almeno tre buone ragioni che …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: