Home / Il punto di vista / Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno
Clicca e abbonati

Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno

“Il punto di vista” di Adriana Verardi Savorelli

In un lontano giorno una bella ragazza è in compagnia di un giovane. Discutono. A un certo punto il dialogo diventa rovente e poi uno sparo copre ogni altro rumore. Silenzio assoluto, ma per poco. Che cosa è successo? La giovane donna è a terra, colpita mortalmente dalla mano di chi diceva di amarla e voleva usarle violenza. Lei non ha ceduto, fino all’ultimo istante si è difesa. Il tempo si è fermato, il suo tempo su questa terra di troppe lacrime e sorrisi dimenticati!

La notizia vola. La mamma, le sorelle, i fratelli, il papà, tutti disperati. Il giovane subisce il processo ed è condannato alla giusta pena. Uno dei familiari, che racconta, dice che non lo perdonerà mai, come dichiarano di non perdonare tante persone in altre situazioni.

Questa storia mi ricorda l’altra che tutti conosciamo: Santa Maria Goretti, la giovane che non volle cedere alla prepotenza maschile, subì il martirio, ma ebbe il coraggio, prima di morire, di perdonare il suo uccisore che poi si pentì e cambiò vita grazie a quell’atto di misericordia. I pensieri affollano la mente… Ci sono anche oggi esempi così mirabili di purezza morale? Rischiare la vita per un ideale così alto è questione incomprensibile per la maggioranza dei giovani. Si afferma che i tempi sono cambiati.

Sono forse questi i tempi migliori? La cultura dell’usa e getta domina anche nei rapporti affettivi. «Per sempre, per tutta la vita, finché morte non vi separi» sono espressioni che appartengono alla preistoria. Compiere la cosa giusta, nel momento giusto, non è più considerata saggezza. Ciò che conta è seguire gli istinti immediati, senza pensare alle conseguenze; essere liberi di fare ciò che piace ora e non domani. Ma libertà, senza responsabilità, non vale niente. L’ordine, le leggi morali e i confini invalicabili sono necessari per il bene comune. Chi dimentica questo codice comportamentale perde la sua dignità e chi si dichiara cristiano non è più creatura ad immagine e somiglianza di Dio.

Qualcuno ha scritto: «Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male» (San Paolo, Lettera ai Romani 12,21). L’atto d’Amore più grande di Gesù Crocifisso è questo: «Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno!». Quel giovane sapeva ciò che faceva perché il suo gesto era stato premeditato e allora può essere perdonato? È molto difficile, ma non impossibile. La misericordia può compiere miracoli! Mai, quindi, dire mai!

Leggi altri articoli de “Il punto di vista”:

Check Also

Vini storici della Fraschetta: c’erano una volta Nerello e Bacò

“Alessandria racconta” di Mauro Remotti Pur non potendo vantare una grande tradizione di produzione vitivinicola, …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: