Home / Prima pagina / Editoriale / Gesù Cristo, maestro del contropiede

Gesù Cristo, maestro del contropiede

L’Editoriale di Andrea Antonuccio

Care lettrici, cari lettori,

ripartiamo con Voce dopo le vacanze estive, e apriamo con una bella intervista “a quattro mani” (quelle di Alessandro Venticinque e le mie) a don Guido Ottria, che il 7 settembre ha festeggiato 75 anni di sacerdozio. Vi confesso che l’incontro con don Guido è stato davvero significativo. Prima delle sue sagge e cristiane parole, Alessandro e io siamo rimasti colpiti dal suo sguardo, “intriso” di serenità. Non è scontato arrivare a 98 anni (e mezzo) in questo modo, con letizia, ma don Ottria ci dimostra che è possibile: che la vita è bella, e che si può arrivare preparati all’incontro con il Signore (quando sarà).

Voltando pagina, nello spazio dedicato alla Chiesa locale leggerete il ricordo di Pasquale “Cif” Cinefra curato da Roberto Piccinini (priore di San Giovannino, e amico fraterno del “Cif”); mentre il Paginone è dedicato alla nuova Lettera pastorale del nostro Vescovo Guido, “Venite e vedrete“, che Sua Eccellenza presenterà sabato in Cattedrale alle 10.30. A pagina 8, nella mia intervista a monsignor Gallese, c’è un passaggio che mi ha colpito e che desidero proporvi.

Partendo dall’invito del titolo, “Venite e vedrete”, a un certo punto il Vescovo dice: «Certo, a noi piace pianificare le cose; ma negli anni ho imparato che la pianificazione, oltre ad avere una parte positiva, ha un elemento di forte cecità. Non è possibile descrivere la realtà in anticipo». E subito aggiunge: «Pensiamo al suo [di Gesù] incontro con i primi due discepoli, quando, fermandosi, li prende in contropiede: “Chi cercate?”. E loro: “Maestro dove abiti?”. “Venite e vedrete”. Niente discorsi, niente anticipazioni: solo camminare e vedere. L’esperienza di fede è lasciarsi prendere in contropiede da Gesù Cristo, ed educarsi a reagire con fede».

Ripartiamo alla grande, care lettrici e cari lettori. Buona lettura!

Andrea Antonuccio
direttore@lavocealessandrina.it

Leggi anche gli altri editoriali:

Check Also

Fino a che punto è giusto perdonare?

Intervista a don Cesare Rattoballi, amico e confessore di Paolo Borsellino Don Cesare, cominciamo dal …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: