Home / Prima pagina / Editoriale / Affidarsi con un “sobbalzo” #editoriale

Affidarsi con un “sobbalzo” #editoriale

Care lettrici, cari lettori,

questo numero di Voce è dedicato alla Madonna della Salve, e molti di voi lo riceveranno prima della Processione della nostra cara Patrona diocesana.

Abbiamo chiesto al Prefetto di Alessandria, la dottoressa Romilda Tafuri, di parlarci della “sua” Salve, anche al di fuori del ruolo ufficiale che ricopre dal 2012 in città. Ebbene, durante l’intervista ho visto il Prefetto commuoversi mentre si immedesimava nel dolore di Maria ai piedi della croce.

“Ho un sobbalzo” ha confessato “perché per me è l’inizio della Chiesa e della Risurrezione, e quindi del significato della vita”.

Pensando alla Salve, ahimè, io non avevo avuto la stessa reazione. Peccato, perché invece il “sobbalzo” del cuore mi sembra l’atteggiamento più bello per avvicinarsi alla processione di domenica, senza relegarla a un fatto devozionale.

Perché tale non è, malgrado la nostra distrazione. Post scriptum molto personale: 49 anni fa mia madre, incinta del sottoscritto, andò con mia nonna alla processione della Salve, per chiedere alla Madonna di farmi nascere (i tempi erano maturi), e di farmi nascere bene. Il giorno dopo, et voilà, sono venuto al mondo.

Anche per questo, oggi, ringrazio la Salve. Ma ringrazio anche mia madre e mia nonna, che in Lei avevano risposto la loro fiducia.

About Andrea Antonuccio

Check Also

Gli occhi di quei genitori – #Editoriale

Da che cosa è rimasto più colpito papa Francesco, nel suo viaggio in Colombia? «I …

Lascia un commento