Home / Alessandria / Sport / Grigi / Grigi, la Serie C si ferma
Clicca e abbonati

Grigi, la Serie C si ferma

Dopo il successo a Pontedera firmato Martignago

Allenamenti a porte chiuse. In campo l’8 marzo

Seconda vittoria consecutiva per l’Alessandria che, dopo il successo casalingo con il Lecco (leggi anche: Grigi, ritorno al successo con il lecco) si impone di misura a Pontedera grazie a una rete di Martignago a una decina di minuti dallo scadere. Un risultato pesante, perché gli uomini di Maraia – pur non vivendo un momento positivo – sono stati a lungo la seconda forza del torneo. Inoltre, al netto di una prestazione non brillante, sei punti in due gare dimostrano come la strada imboccata sia quella giusta, complici un pizzico di fortuna e un po’ di sano cinismo (l’esempio? Il gol, con Martignago bravissimo a sfruttare un errore della retroguardia avversaria), fondamentali in una competizione come la Serie C.


Il campionato, però, ora si ferma: l’emergenza coronavirus continua e così, dopo il rinvio di tre sfide dell’ottava giornata (Giana Erminio-Como, Lecco-Pro Patria e Pro Vercelli-Novara), si è deciso di posticipare le partite che si sarebbero dovute svolgere ieri (tra cui Como-Alessandria) e oggi, oltre a quelle in programma domenica (tra cui Alessandria-Arezzo). Tre le date indicate per i recuperi: mercoledì 11 marzo per i match dell’ottava giornata, mercoledì 18 marzo per quelli della nona (tra cui Como-Alessandria) e martedì 14 aprile per quelli della decima (tra cui Alessandria-Arezzo). Una vera e propria rivoluzione del calendario che determinerà un autentico tour de force tra marzo e aprile: importante, quindi, programmare il lavoro al meglio, anche perché in campo, a meno di ulteriori novità, si tornerà solo domenica 8 marzo, quando i grigi saranno di scena a Pistoia.


Si ripartirà da una classifica provvisoria che vede l’Orso al quinto posto (40) in coabitazione con il Robur Siena (1-1 con l’Albinoleffe), mentre in testa rallenta ancora il Monza (61), che non è andato oltre il pari in casa con l’Arezzo. Insegue la Carrarese (45), che si è invece imposta nettamente sul Gozzano superando il Renate (43), sconfitto in casa dalla Pergolettese, con il Pontedera fermo a quota 42. L’ennesima dimostrazione di come il divario tra zone alte e basse della graduatoria sia minimo: «Conta solo il lavoro» ama ripetere, non a caso, mister Gregucci (leggi anche: Grigi, vuoti e senza idee). Che da martedì lavora a porte chiuse (altra disposizione dell’ordinanza sanitaria predisposta da Ministero della Sanità e Regione Piemonte) alla Michelin: obiettivo, portare al top il gruppo in vista della fase decisiva della stagione.

Marina Feola

Check Also

Alessandria Calcio, finalmente si gioca

Domenica sera gara “secca” contro il Siena Finalmente si ricomincia. Sul serio. Dopo la finale …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: