Home / Alessandria / L’Alessandrino alza il sipario

L’Alessandrino alza il sipario

Alessandria

Con l’arrivo del nuovo anno partirà anche la nuova stagione teatrale al Teatro Alessandrino. Grazie al lavoro del Comune di Alessandria e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, ente strumentale della Regione, è stato presentato il programma del Teatro di via Giuseppe Verdi 12. Da gennaio a marzo, cinque spettacoli (tutti con inizio alle 21) tra testi classici e contemporanei, con in scena drammaturghi e attori di richiamo nazionale.

La stagione parte domenica 6 febbraio con lo spettacolo “Lisistrata” con protagonista Amanda Sandrelli (nella foto). La commedia di Aristofane, grazie alla riscrittura del testo da parte di Ugo Chiti e alla sua capacità d’interpretare la classicità con occhio contemporaneo e insieme rispettoso dell’originale, rende questa Lisistrata uno spettacolo teatrale modernissimo.

Si prosegue giovedì 17 febbraio con l’artista alessandrino Jurij Ferrini, regista e attore affermato nel panorama nazionale, che porta in scena “Sogno di una notte di mezza estate“. Qui, passione e inganno si avviluppano in modo repentino per poi dipanarsi come d’incanto. Realtà e irrealtà giocano a fondersi e a confondersi insieme in una folle notte d’estate governata dal capriccio di Amore, la forza più potente e misteriosa del mondo.

Terzo appuntamento mercoledì 2 marzo: Lucia Poli, Geppy Gleijeses e Maurizio Micheli sono i protagonisti di “Servo di scena“. Considerata una delle commedie più importanti del Novecento, racconta la giornata “finale” di un attore, un grande interprete di re Lear sulla scena, ma nella vita seduttore invecchiato. Lo affianca un servo di scena, aiutante, vestiarista tuttofare, che rappresenta l’irrazionalità dell’amore, della tenacia e della dedizione.

Si passa poi a mercoledì 23 marzo, con Marina Massironi e Giovanni Franzoni protagonisti di “Le verità di Bakersfield“: due vicende umane lontanissime che si incontrano nello scenario di un’America percorsa da forti divari sociali. La protagonista è Maude, una cinquantenne disoccupata che vive in una caotica roulotte e che acquista da un rigattiere per pochi dollari un possibile tesoro: un presunto quadro di Jackson Pollock.

La stagione si conclude giovedì 14 aprile con Zio Vanja (in foto qui sotto), dal testo di Cechov, una nuova produzione dell’associazione Teatrale Pistoiese firmata dal regista Roberto Valerio, che porta in scena le passioni e i sogni comuni a tutti gli uomini, attraverso il racconto dei protagonisti interpretati, tra gli altri, da Vanessa Gravina e Giuseppe Cederna.

È possibile acquistare un abbonamento per i cinque spettacoli al prezzo di 75 euro. Mentre, per i biglietti singoli: intero 20 euro+ 3 euro di prevendita, e ridotto 17 euro + 3 di prevendita (over 65, under 18 e studenti universitari). È possibile acquistare l’abbonamento dal 16 al 24 dicembre e i singoli biglietti a partire dal 25 dicembre. Da lunedì a sabato dalle ore 17 alle 19, presso la biglietteria del Teatro Alessandrino, ma anche online su teatroalessandrino.it e ticketone.it. I biglietti per la sera stessa possono essere acquistati a partire dalle ore 17 presso la cassa del teatro. Le porte del teatro apriranno un’ora prima dello spettacolo per consentire agevolmente la verifica del Green pass.

Leggi anche:

Check Also

Nuove disposizioni per l’Ospedale

Azienda Ospedaliera A seguito dell’aggravarsi della situazione pandemica, su indicazione della Regione, sono stati riorganizzati …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: