Home / Chiesa / Chiesa Locale / «Questione di sguardi»: al via la Festa della Pace

«Questione di sguardi»: al via la Festa della Pace

“Questione di sguardi” è il titolo scelto per la festa diocesana della pace, che si svolgerà domenica 4 febbraio, dalle 15 alle 18 presso la parrocchia Madonna del Suffragio di Alessandria. Richiama l’impegno a riconoscere e valorizzare la bellezza che è già presente nella nostra quotidianità, nonostante le fatiche e i limiti, tema che sarà denominatore comune di questo appuntamento tradizionale, rivolto a tutte le fasce di età, dai “piccolissimi” agli “adultissimi”… I più piccoli e i loro genitori diventeranno protagonisti di una favola animata. I ragazzi affronteranno giochi a squadre e incontri speciali per scoprire punti di vista sorprendenti. I giovani ed il Movimento Studenti approfondiranno con gli amici della Caritas e della Comunità S. Egidio gli spunti emersi partecipando come volontari al pranzo di Natale. Anche gli adulti condivideranno attività di gruppo, precedute da alcune “testimonianze a km 0”. Non abbiamo invitato esperti o persone famose; in un’atmosfera informale ci confronteremo con forme di servizio vissute a livello locale e in una quotidianità in cui ciascuno può facilmente ritrovarsi. Ci sembra lo stimolo migliore per alimentare il desiderio di impegnarsi in modo ordinario. Accanto al racconto di pratiche consolidate, conosceremo il progetto “La locanda della misericordia”, in avviamento nell’ambito della Pastorale Familiare diocesana, rivolto a chi vive situazioni difficili di separazioni, divorzi e nuove unioni. Il guardare con occhi nuovi il contesto in cui siamo inseriti è un esercizio al quale ci stiamo allenando anche come responsabili diocesani. La festa dell’adesione all’Azione cattolica ha fatto emergere una vitalità oltre le aspettative. L’8 dicembre, data che tradizionalmente ci unisce ai gruppi di tutta Italia, anche le associazioni parrocchiali più piccole hanno promosso occasioni coinvolgenti di celebrazione e convivialità, esprimendo il desiderio di darvi un seguito. In questo clima ha preso il via il percorso di preparazione alla festa della pace. Con lo slogan “Scatti di pace”, abbiamo proposto ai gruppi di realizzare dei reportage per far conoscere le loro attività, per raccontare collaborazioni nate sul territorio, per diffondere l’entusiasmo. Il materiale che esporremo alla festa esprime nella sua semplicità un tentativo concreto di assumere lo sguardo contemplativo a cui ci ha invitato il Papa, nel messaggio per la 51a giornata mondiale della pace: “Chi è animato da questo sguardo sarà in grado di riconoscere i germogli di pace che già stanno spuntando e si prenderà cura della loro crescita. Trasformerà così in cantieri di pace le nostre città”. La festa non è un semplice evento ma può offrire comunque spunti utili anche a chi si unirà senza averne vissuto la preparazione. E potrà creare le premesse per proseguire il cammino. Al termine del pomeriggio del 4 febbraio comunicheremo infatti i prossimi appuntamenti e i progetti che abbiamo in cantiere. Anche guardare avanti è “questione di sguardi”.

Elisabetta Taverna

About Alessandro Venticinque

Check Also

Don Gianni Toriggia ricorda l’amico sacerdote – Le sue parole semplici e concrete toccavano il cuore

Venerdì 22 giugno don Angelo Vecchini è tornato alla Casa del Padre all’età di 89 …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: