Home / Alessandria / Sport / Grigi / Un cuore di Scazzola
Clicca e abbonati

Un cuore di Scazzola

LA TESTA E LA PANCIA DI SILVIO BOLLOLI

Un cuore di Scazzola

Tante cose si potrebbero dire a proposito di Cristiano Scazzola, uomo del momento della piazza calcistica alessandrina dopo la recente investitura a futuro tecnico dei Grigi: tante cose, ripensando a una importante carriera durata ben vent’anni (dal 1990 al 2010), a quando ci faceva ammattire con la casacca giallo canarino del Modena con i suoi dribbling ubriacanti sulla fascia destra o a quanto ci faceva sognare quando fu protagonista dell’Alessandria allenata da Claudio Maselli che – con una dolcissima nemesi storica – batté 3-2 il Prato nello spareggio dello Stadio “Giglio” di Reggio Emilia e tornò in Serie C1.

E tanto ancora si potrebbe dire di Cristiano Scazzola come allenatore, con una carriera iniziata benissimo, con una promozione dalla Serie C alla Serie B con la Pro Vercelli e poi, dopo qualche esperienza un po’ meno gratificante (leggasi Robur Siena e Casertana) certamente premiata da una conduzione degna dei play off al timone di una Società disastrata e super penalizzata come il Cuneo. Ma questi sono commenti che, almeno in queste ore e in questi giorni, il sottoscritto preferisce lasciare ad altri, ben più titolati, cronisti locali: oggi preferisco parlare di Cristiano Scazzola uomo, un uomo che ha vissuto la partita più importante della sua vita quando, undici anni fa, ha visto nascere la sua piccola figlia Virginia col peso di soli 640 grammi, costretta a subire un intervento al cuore all’età di quattro anni per mano degli Angeli Custodi (come lui stesso ebbe a definirli) dell’Ospedale “Gaslini” di Genova e che, con l’aiuto che soltanto una madre e un padre eccezionali sono in grado di dare, è riuscita a vincere quell’incredibile battaglia ed in onore della quale mamma e papà hanno costituito un’associazione.

Tutti possono essere bravi a parlare ma, nella vita, ci sono momenti in cui devi affrontare la crudezza del destino e quei momenti, spesso, fanno la differenza tra uomini e donne autentici e persone che lo sono soltanto sulla carta: Cristiano Scazzola è passato attraverso una di queste prove e l’ha superata.

Silvio Bolloli

Check Also

Ritorna la “Novi-Castellania”

Ciclismo Al via la 23a edizione, a 100 anni dalla nascita di Fausto Coppi Tutto …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: