Home / Alessandria / Sport / Grigi / I sogni son desideri

I sogni son desideri

“La testa e la pancia” di Silvio Bolloli

Può essere difficile trovare argomenti quando si è reduci da una domenica di Campionati silenziati, e ciò tanto a livello continentale, con la inedita Uefa Nations League, quanto sul piano nazionale, con la Serie A e il Campionato cadetto di cui fa parte l’Alessandria.

Ogni tanto le pause servono a ritemprar lo spirito ma anche a disintossicare il popolo dalle domenicali disquisizioni tecniche (che hanno, giustamente, indotto più d’uno ad osservare come il nostro sia un popolo di Santi, eroi, navigatori e… commissari tecnici), nonché a suscitare interessanti riflessioni sul prosieguo della stagione magari ridestando un po’ d’attenzione sulle realtà locali.

Volendo dunque soffermarci su questa duplice prospettiva di riflessione, potremmo dire che la sosta ha colto un’Alessandria in buona salute, reduce dai primi due risultati positivi del Campionato – peraltro consecutivi – mentre, sul versante più nobile, ci ha offerto un’altra prestazione degna di rilievo dell’Italia manciniana la quale, sia pure dopo avere interrotto il record universale di risultati utili di una squadra nazionale, ci ha comunque portato una più che lusinghiera terza posizione di un nuovo trofeo (la cui formula, giova rammentarlo, si deve al decaduto ex presidente Uefa Michel Platini) alle spalle delle blasonatissime Francia e Spagna.

Nonostante, dunque, qualche risultato forse lievemente inferiore rispetto alle più rosee aspettative, il 2021 si avvia ai suoi ultimi due mesi e mezzo di vita lasciandoci il ricordo di una stagione quasi irripetibile, e ciò non solo nel calcio ma anche con riguardo alle più blasonate discipline olimpiche e di durata.

Ma, visto che di sognare non si smette mai, guardando al 2022 possiamo pensare a non meno importanti traguardi che la mente già fotografa all’orizzonte: il Mondiale dell’Italia, la salvezza dell’Alessandria in Serie B e, perché no, la pazza speranza, prima o poi, di rivedere tinto d’azzurro un giocatore grigio…

Leggi anche:

Check Also

Stile Juventus

“La testa e la pancia” di Silvio Bolloli Un commentatore sportivo non dovrebbe mai lasciar …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: