Home / La recensione / La Recensione – Spiritualità e Bibbia

La Recensione – Spiritualità e Bibbia

Si diffonde «un vago misticismo religioso», disse nel 2005 il cardinale decano Joseph Ratzinger il giorno prima di essere eletto Papa. Spesso anche i cattolici vanno alla ricerca di afflati orientali, ignorando quanto profonda sia la ricerca spirituale del cristianesimo. Forte della sua competenza di biblista, il cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, analizza come questo tema sia abbondantemente presente nella Sacra Scrittura in Spiritualità e Bibbia (Queriniana, pp 260, euro 17). Privilegiando non la definizione teorica ma la descrizione esperienziale la Parola di Dio utilizza spesso il simbolo, che permette di tenere insieme le diverse sfaccettature del reale nella sua complessità. Così Dio viene raccontato come padre, madre, sposo, parente e tutore, amico, signore, giudice, pastore. In questo modo l’imperscrutabile vita divina viene spiegata agli esseri umani. Ma non ci si limita alla comprensione intellettuale: infatti «la Bibbia nella sua struttura profonda è un testo anche di spiritualità che si presenta come promotore di vita spirituale» (p. 53). Ma la vita spirituale non va sognata come un’atarassia ineffabile, un crogiolarsi in un mondo avulso da quello storico, una proiezione consolatoria in un mondo fantastico: «Il vero Dio a cui ci si rivolge e che ci sconvolge, ci avvolge, ci coinvolge e talora anche ci travolge» (p. 196). Quando il credente è toccato dalla tentazione di una spiritualità intimistica, che lo estrania dalla vita concreta con le sue fatiche, le sue complessità e le sue contraddizioni, la Bibbia lo riporta al posto giusto. Ecco perché una spiritualità autentica non può prescindere dal confronto con essa, soprattutto grazie al metodo della lectio divina con i suoi quattro momenti (lettura, meditazione, orazione, contemplazione), senza saltare il faticoso passaggio del capire il senso del testo in sé, per non correre il rischio di fantasticare e strumentalizzare la pagina facendole dire quello che vogliamo noi, silenziando così la voce stessa dello Spirito che quella pagina ha ispirato. Questo libro del cardinale Ravasi, attraverso l’analisi dell’Antico e del Nuovo Testamento, ci consegna il messaggio che non un vago misticismo riempie il cuore ma la parola di colui che si è fatto per noi Parola/ Lógos.

Fabrizio Casazza

About Alessandro Venticinque

Check Also

Il punto di vista – L’eredità di San Giovanni di Dio

Il 31 ottobre scorso è stato chiesto, a noi cristiani credenti, di accendere una candela …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: