Home / Alessandria / Sport / Grigi / Grigi, “Schizzo” è il nuovo mister
Clicca e abbonati

Grigi, “Schizzo” è il nuovo mister

MARTEDÌ SCORSO L’ANNUNCIO DELLA SOCIETÀ

Grigi, “Schizzo” è il nuovo mister

Fabio Artico lo aveva promesso: «In una decina di giorni vorrei portare una rosa di nomi al presidente». E di giorni ne sono bastati anche meno, perché la notizia che era nell’aria da tempo è diventata ufficiale nel primo pomeriggio di martedì. È infatti Cristiano Scazzola il nuovo allenatore dell’Alessandria: originario di Loano, classe 1971, come recita il comunicato ufficiale «già protagonista come calciatore della storia della società con 65 presenze, 17 gol e una promozione dalla C2 alla C1, è reduce dalla positiva stagione sulla panchina del Cuneo (dove, senza la penalizzazione monstre di 21 punti, sarebbe riuscito a portare una squadra giovane – età media 23,4 anni – ai playoff , ndr). Prima di Cuneo esperienze a Siena, Caserta e Vercelli dove, dopo diverse responsabilità nel settore giovanile, ha guidato la prima squadra alla promozione in serie B nel 2014». Suo dunque il profilo che corrisponde all’identikit tracciato dal ds, ovvero quello di un tecnico giovane ma già con esperienze importanti alle spalle, in grado di far crescere e valorizzare i ragazzi e di trasmettere una mentalità vincente. Oggi, nel corso della presentazione ufficiale che si terrà alle 17.30 al Moccagatta, si conosceranno anche lo staff e la durata del contratto.

Il campo, intanto, emette gli ultimi verdetti: Michele Marconi è stato decisivo nel portare in B il Pisa targato D’Angelo (con un altro ex grigio in panchina come vice, Riccardo Taddei). Nel doppio confronto con la Triestina, suo il gol del 2-2 a una manciata di minuti dallo scadere che ha consentito ai toscani di restare in corsa nella gara di andata e sua anche la firma del 2-1 nei supplementari del ritorno (dopo che i tempi regolamentari erano terminati 1-1), prima che Gucher fissasse il risultato finale sul 3-1. Restano ancora Piacenza e Trapani a contendersi l’ultimo posto tra i cadetti: il primo confronto è terminato 0-0, con gli emiliani che hanno però recriminato per un paio di episodi dubbi, mentre sabato in Sicilia è in programma la sfida di ritorno. In coda, invece, miracolo della Lucchese di Favarin che, senza di fatto una società alle spalle e con 23 punti di penalizzazione, è stata capace di salvarsi dopo i calci di rigore, condannando alla retrocessione il Bisceglie. Per i toscani, adesso, resta il nodo legato all’iscrizione al prossimo campionato.

Marina Feola

Check Also

Alessandria Calcio, finalmente si gioca

Domenica sera gara “secca” contro il Siena Finalmente si ricomincia. Sul serio. Dopo la finale …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: