Home / Rubriche / Alessandria Racconta / Protagonisti della poesia alessandrina
Clicca e abbonati

Protagonisti della poesia alessandrina

Alessandria racconta

Andiamo alla scoperta degli autori Marco Canepari, Rossana Ivaldi ed Ermanno Rivera

I poeti Marco Canepari, Rossana Ivaldi ed Ermanno Rivera sono accomunati dall’aver fatto parte della sezione dialettale del GruppOvale con il quale hanno organizzato parecchi spettacoli per far conoscere e apprezzare il nostro vernacolo. Marco Canepari nasce a San Michele nel 1944. Dipendente provinciale, nel tempo libero compone versi. Un primo riconoscimento gli viene assegnato nel 1983 in occasione del carnevale di Borgo Cittadella quando una delle sue opere viene pubblicata sul Piccolo. Oltre all’esperienza nel “GruppOvale”, partecipa a “La sghiarola”, fondata da Sandro Locardi. Vince per due volte il premio “Nino Costa” di Nizza Monferrato. A seguito della tragica alluvione del 1994, Canepari, che abita ad Alessandria in via Giordano Bruno, scrive “La vendetta del Tanaro”.

Nel volumetto racconta la sua “domenica particolare” vissuta intensamente sul cavalcavia allo svincolo di San Michele, e il successivo fondamentale lavoro dei tanti volontari (chiamati gli “angeli del fango”) a sostegno degli alluvionati. Il libro viene ripreso anche da “Selezione Reader’s Digest”, che gli dedica la copertina. Marco Canepari scompare all’età di settant’anni. Rossana Ivaldi, nipote del giornalista e scrittore Andrea Canestri (di cui si è parlato su Voce nel n.43 del 5 dicembre 2019) nasce ad Alessandria nel 1932. Impegnata politicamente e nel sindacato, collabora con la locale biennale di poesia: una manifestazione artistica e di critica letteraria creata da alcuni autori con la supervisione dei letterati Giorgio Barberi Squarotti, Gian Luigi Beccaria e del poeta Giorgio Caproni. Nel 1985 cura il supplemento della rivista “La Provincia di Alessandria” denominato: “Poesia dialettale alessandrina”. Nel 2003 pubblica “Per Nent Zmentiè”, una selezione di poesie. Rossana viene a mancare lo scorso anno.

Ermanno Rivera, classe 1927, per diverso tempo gestisce un noto negozio di profumeria in via Pistoia. Rinomato collezionista di cartoline del passato e appassionato cultore del dialetto, recita nel “GruppOvale” e partecipa a “La sghiarola”. Scrive diverse liriche nella parlata locale che approfondisce attraverso “Tre lezioni sul dialetto e sui poeti dialettali alessandrini tenute presso la Università della terza età”. Nel 2011 viene chiamato a presiedere la giuria del concorso letterario “A suma tüc Gajoud” intitolato alla memoria di Gianni Fozzi e Sandro Locardi. Ermanno Rivera scompare all’età di 86 anni. L’associazione “Alessandria in Pista” e la delegazione Fai di Alessandria gli hanno dedicato qualche anno fa una serata dialettale dal titolo: “Ermanno, sempre in mezzo a noi”.

 

Mauro Remotti

Check Also

Il nuovo “Direttorio per la catechesi”

“La recensione” di Fabrizio Casazza Con l’approvazione di papa Francesco nei mesi scorsi il Pontificio …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: