Home / Rubriche / Il 730 integrativo

Il 730 integrativo

Attraverso il modello 730 integrativo è possibile correggere l’errore commesso al momento della presentazione del modello 730 precompilato, con errore si intende ad esempio quando si dichiarano redditi più alti del reale o quando ci si dimentica l’inserimento di un onere detraibile-deducibile. Tale errore si può correggere con il 730 integrativo che deve essere consegnato a un intermediario abilitato (Caf o professionista) entro il 25 ottobre 2017. Se il contribuente riscontra nella dichiarazione già presentata errori od omissioni la cui correzione comporta un maggior rimborso, un minor debito o un’imposta pari a quella determinata con il modello 730 originario può presentare una dichiarazione integrativa che dovrà essere presentato al Caf anche se in precedenza l’assistenza è stata prestata dal sostituto d’imposta. Nel caso in cui ci si rivolga allo stesso Caf a cui si è presentato il modello originario il contribuente dovrebbe esibire solo la documentazione relativa all’integrazione da effettuare. Se invece ci si avvale di un nuovo Caf/intermediario abilitato il contribuente dovrà esibire tutta la documentazione già presentata per il modello 730. Se, invece per incompletezza o incongruenza dei dati indicati nel frontespizio della dichiarazione originaria, il sostituto d’imposta non è stato correttamente identificato, la dichiarazione va integrata limitatamente al riquadro relativo ai dati del sostituto d’imposta che deve effettuare il conguaglio, mentre i rimanenti dati devono essere i medesimi della dichiarazione originaria. Pertanto, per consentire l’effettuazione dei conguagli a partire dalle retribuzioni di competenza del mese di luglio, il medesimo soggetto che ha prestato l’assistenza per la presentazione del modello 730 originario dovrà apportare tempestivamente la modifica necessaria. Infine, se il modello 730 originario non è mai pervenuto al sostituto d’imposta per inesattezza dei dati (relativi al sostituto che deve effettuare il conguaglio) indicati nel frontespizio, la modifica deve essere apportata dallo stesso soggetto che ha prestato assistenza per la presentazione della dichiarazione originaria. Per info, Patronato Acli 0131 25 10 91.

About Veronica Privitera

Check Also

Il giornale «pretino»

La crisi che da anni ha travolto il mondo dell’editoria tradizionale continua, giorno dopo giorno, …

Lascia un commento