Home / Valenza / Sulle orme di Gerardo
Clicca e abbonati

Sulle orme di Gerardo

Volontariato a Valenza

I progetti della Consulta per il 2020

Domenica 19 gennaio, in occasione della ricorrenza della festività in onore del Beato Gerardo Cagnoli e “Giornata del Volontario”, alle ore 11, presso la Sala Consiliare di Palazzo Pellizzari, si è svolto l’incontro pubblico dal titolo “Il volontariato valenzano – Camminare insieme per andare lontano” nel corso del quale sono stati presentati i progetti per il nuovo anno elaborati dagli enti e dalle associazioni facenti parte della Consulta comunale del volontariato. «Il volontariato vuol dire attenzione per il territorio, vuol dire mettere al centro la cura della persona» ha dichiarato Federico Violo (al centro nella foto), presidente della Consulta.

«Nel corso dell’incontro, partendo dagli elementi di riflessione che la figura, magistralmente resaci dal racconto del diacono Felice Rossi, del Beato Gerardo anche oggi ci consegna e dalle significative parole rivolte da don Giuseppe Bodrati ai volontari durante la S. Messa, abbiamo presentato, in modo pubblico e trasparente, i progetti realizzati nel corso del 2019 e quelli sui quali il volontariato valenzano si impegnerà nel corso di quest’anno. In particolare, tra le altre azioni messe in campo, desidero porre in evidenza che nel 2019 abbiamo sostenuto con un contributo di 500 euro il gruppo di giovani animatori delle parrocchie Duomo e Sacro Cuore, giovani meritevoli e attivi ai quali non faremo mancare anche in futuro la nostra vicinanza ed il nostro supporto, abbiamo destinato 300 euro come contributo alla risistemazione dei locali siti presso Palazzo Pellizzari concessici gentilmente dal Comune, che sono divenuti la casa dei volontari valenzani come spazio a libera disposizione di tutti, abbiamo devoluto un contributo all’assocaizione. “Insieme al Traguardo”, una bella realtà con la quale nel corso del 2020 vorremo sviluppare percorsi nuovi che possano valorizzarne l’operato» ha proseguito il presidente. Un momento di ricordo anche per i tre Vigili del Fuoco: «Non posso non ricordare l’iniziativa che vedrà maggiormente impegnato il volontariato cittadino nelle prossime settimane: la tragedia di Quargnento dello scorso novembre ha toccato il cuore di tutti ed anche della Consulta e per questo promuoveremo sabato 29 febbraio e domenica 1° marzo nelle parrocchie cittadine la distribuzione di candele commemorative a scopo benefico in favore delle famiglie degli operatori dei Vigili del Fuoco tristemente deceduti e del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Valenza, proseguendo nella direzione tracciata con il primo intervento di consegna di reti da letto nuove dello scorso dicembre. Inviteremo tutti i nostri concittadini a ritrovarsi per un momento di ricordo comunitario giovedì 5 marzo con l’accensione pubblica delle candele commemorative».

Violo ha poi concluso: «Mi piace per altro sottolineare che questi progetti non sostituiscono le tradizionali attività che il volontariato valenzano e la Consulta mettono in campo, ma arricchiscono ed ampliano l’orizzonte delle opere di carità con l’intenzione di offrire ai nostri concittadini servizi sempre più efficienti, più qualificati e rivolti a dare una risposta adeguata ai diritti di coloro che attraversano momenti di difficoltà e che meritano di essere tutelati. Nei prossimi mesi ci proponiamo di provvedere ad una costante informazione sulla destinazione di quanto avremo la possibilità di raccogliere e sull’avanzamento  nella realizzazione dei progetti. Diamo un grande valore alla generosità di chi ci vorrà sostenere e per questo diciamo già ora che ogni euro che riceveremo sarà interamente destinato alla realizzazione di questi progetti. La nostra comunità ha bisogno di più volontariato e vale a dire di una cultura e di una esperienza di vita fondate sulla concretezza, sulla competenza, sulla serietà e su di una quotidiana e disinteressata dedizione al bene comune. Le associazioni, ciascuna secondo la propria vocazione, sono un patrimonio di esperienza, di valori e di buone relazioni che merita di essere preservato e trasmesso e uno spazio di impegno civile che merita di essere correttamente valorizzato. Rivolgo un particolare ringraziamento alle autorità: il vicesindaco Costanza Zavanone, il presidente della Provincia di Alessandria Gianfranco Baldi, il senatore Massimo Berutti, i consiglieri comunali Davide Varona, Giosuè Orlando, Paolo Patrucco e Annamaria Zanghi, che con la loro presenza hanno dimostrato sensibilità verso queste tematiche. I progetti che abbiamo presentato saranno realizzati in modo comunitario ed in un percorso di condivisione che veda il volontariato capace di ascoltare e sollecitare tutti i cittadini».

Check Also

Commercialisti per aiutare il volontariato

Csvaa Firmato il protocollo d’intesa tra Csvnet e Cndcec La recente riforma del Terzo settore …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: