Home / Patronato acli / Requisiti e importi per l’invalidità civile

Requisiti e importi per l’invalidità civile

Patronato Acli

Come ogni anno l’Inps ha comunicato i nuovi limiti di reddito e gli importi delle prestazioni relativi all’invalidità civile: per il 2021 queste condizioni rimangono invariati rispetto all’anno scorso. L’assegno di invalidità civile è un’indennità economica riconosciuta a mutilati e invalidi civili, di età compresa tra i 18 e i 67 anni, con una invalidità compresa tra il 74% e il 99%. Ne possono usufruire i cittadini italiani, i cittadini comunitari e i cittadini extracomunitari legalmente soggiornanti e residenti in Italia. La prestazione è concessa per 13 mensilità, non è reversibile ed è pari a 286,81 euro al mese. Inoltre bisogna avere un reddito non superiore a 4.926,35 euro.

La pensione di invalidità civile è una prestazione economica per i mutilati e gli invalidi civili con un’età compresa tra i 18 e i 67 anni, a cui è riconosciuta un’invalidità pari al 100%. Mantiene le stesse regole di erogabilità dell’assegno di invalidità. Il reddito annuale deve essere nel limite dei 16.982,49 euro lordi. Questa misura è incompatibile con altre prestazioni assistenziali mentre è compatibile con lo svolgimento dell’attività lavorativa, sempre nel rispetto del limite di reddito previsto per Legge. In entrambi i casi raggiunto il limite di età di 67 anni la prestazione si trasforma automaticamente in assegno sociale.

Sul territorio della Diocesi di Alessandria sono presenti i seguenti sportelli del Patronato Acli presso cui è possibile rivolgersi per ulteriori informazioni:

  • Sede provinciale di Alessandria, in via Faà di Bruno 79 – 0131 251091 o 333 2994285;
  • Segretariato Sociale di Valenza c/o comunità parrocchiale, in via Pellizari 1 – 0131 943404 o 392 7051519.

Leggi anche:

Check Also

La Giornata mondiale della Gentilezza

“Il punto di vista” La giornata è passata, ma resta il messaggio sempre attuale. Con …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: