Home / Economia&Finanza / Economia e Finanza – Italia: paese vecchio
Clicca e abbonati

Economia e Finanza – Italia: paese vecchio

Negli ultimi 100 anni la popolazione italiana è cresciuta ininterrottamente arrivando a raggiungere nel 2015 quasi 61 milioni di abitanti, ma la situazione sta cambiando. Il crollo delle nascite determinerà nei prossimi anni un’inversione di tendenza: nel 2050, infatti, saremo 2,5 milioni in meno (circa la città di Roma); gli over 65, oggi 13 milioni, diventeranno 20 milioni con 4 milioni solo di over 85 (come se Lombardia, Piemonte e Veneto rimanessero popolati di soli anziani). La popolazione residente al 1° gennaio 2018 è di 60 milioni 494mila unità, segnando una diminuzione di 100mila persone sull’anno precedente, in gran parte attribuibile proprio agli italiani. Infatti la componente nazionale scende a 55 milioni 430mila, con un calo di 113mila abitanti mentre gli stranieri sono 5 milioni 65mila e rappresentano l’8,4% dei residenti totali. Inoltre nel 2017 si è registrato un nuovo minimo storico per le nascite, che hanno toccato il picco del -2% rispetto al 2016. I decessi sono stati, invece, 31mila in più del 2016 (+5,1%). Il saldo naturale della popolazione nel 2017 è dunque negativo (-183mila) e registra un nuovo minimo storico. La crisi demografica impatterà negativamente sullo sviluppo economico: il vero problema non sarà tanto il calo delle nascite, ma la diminuzione della fascia di cittadini che lavora rispetto a quelli che vanno in pensione. Questo fenomeno provocherà, a carico delle Stato, un incremento della spesa sanitaria (gli anziani necessitano di più cure) e di quella pensionistica. I lavoratori anziani saranno costretti a lavorare di più anche grazie all’aumento della speranza di vita, creando problemi di ricambio generazionale a favore dei più giovani, che già adesso “scappano” sempre più all’estero. Dal momento che in futuro lo Stato farà fatica a sostenere una mole di spesa così incombente, gli italiani dovranno iniziare a pensare a crearsi una pensione complementare, un fondo integrativo che potrà sostenerli economicamente nel momento in cui andranno in pensione e dovranno verosimilmente affrontare maggiori spese sanitarie.

Davide Soro

Check Also

Ma il cibo ci può cambiare?

Il contrappello Dopo la kermesse di Golosaria del passato fine settimana ho notato un interesse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: