Home / Prima pagina / Editoriale / Se non c’è lo Spirito, cosa c’è?

Se non c’è lo Spirito, cosa c’è?

L’Editoriale di Andrea Antonuccio

Care lettrici, cari lettori,

questo numero di Voce è molto “sinodale”. Iniziamo con un bel pezzo di Enzo Governale, direttore delle Comunicazioni sociali della Diocesi, sul “Sinodo sulla Sinodalità“, aperto ufficialmente domenica 10 ottobre da papa Francesco con una Santa Messa nella Basilica di San Pietro. Nella nostra Diocesi l’appuntamento è per sabato 16 alle ore 10, in Cattedrale ad Alessandria, con il nostro Vescovo. Ve lo ricordiamo anche nel Paginone (a pagina 8 e 9), in cui Alessandro Venticinque ci racconta i Sinodi di papa Francesco. Un “cammino insieme”, quello con il Santo Padre, che potremo fare anche noi se avremo l’umiltà di seguirlo.

Come? Beh, intanto leggendo (e ascoltando) quello che dice. Vi segnalo, tanto per cominciare, una frase del discorso che il Papa ha pronunciato sabato 9 ottobre, in occasione del momento di riflessione per l’inizio del percorso sinodale. Ecco il suo saluto ai partecipanti: «Ribadisco che il Sinodo non è un parlamento, che il Sinodo non è un’indagine sulle opinioni; il Sinodo è un momento ecclesiale, e il protagonista del Sinodo è lo Spirito Santo. Se non c’è lo Spirito, non ci sarà Sinodo». Mi chiedo: perché mai lo Spirito Santo non dovrebbe partecipare a questo Sinodo? Forse perché glielo impediamo noi?

Noi che ci accontentiamo dell’incontrino, dell’opinioncina sul Papa e sui preti, del parlamentino parrocchiale in cui si decide chi deve cambiare la lampadina bruciata… Purtroppo è così che riduciamo la vita quando crediamo di “sapere già” (dunque lo Spirito a che serve, se bastiamo a noi stessi?). Ed è per questo che quello che diciamo e facciamo, quando è frutto del “già saputo”, non interessa a nessuno (sarà mica sempre colpa del “mondo che è cattivo”, no?). Speriamo che lo Spirito Santo partecipi a questo Sinodo. E, da bravo educatore qual è, ci molli anche qualche sano sganassone.

Andrea Antonuccio
direttore@lavocealessandrina.it

E anche gli altri editoriali:

Check Also

Se penso a mio zio Luciano, vedo un seme che porta frutto

La storia di Luciano Bottan, missionario laico morto in Ciad nel 2000 Martina, da dove …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: