Home / Prima pagina / La nostra vita: una giovinezza o una galera?

La nostra vita: una giovinezza o una galera?

Care lettrici,

cari lettori,

questo numero è davvero speciale. Andate a vedere il Paginone, dedicato al Giorno della Memoria. Non vi parleremo delle inutili cerimonie che ormai coinvolgono solo chi le organizza. Basta con la retorica, che fa memoria solo di sé stessa… Siamo andati a cercare storie vere, e le abbiamo trovate. Le storie di pagina 8 e 9 ci hanno spiazzato: commuoveranno anche voi, ne siamo certi.

Così come l’intervista a don Guido Ottria, che sabato compirà 100 anni. Fa impressione pensare che si possa raggiungere una meta così rara in grazia di Dio e nelle condizioni di don Guido. Quando siamo andati a trovarlo, abbiamo incontrato un giovanotto in piena forma. Non solo psicofisica (qualche “acciacchino”, bontà sua, anche don Ottria lo patisce…). La prima cosa che colpisce chi ha la fortuna di stare qualche minuto con lui è lo sguardo: sono quegli occhi lieti, puliti, che lasciano intravedere una scintilla di giovinezza che in molti ragazzi, oggi, fatico a ritrovare. È proprio vero che si può invecchiare ringiovanendo e benedicendo il Signore. «L’amore che non ho saputo dare io, lo metterà Lui»: sembra un passo della Bibbia, e invece è una delle profonde riflessioni che don Guido ci ha regalato nello straordinario dialogo con lui. Pensando a questo sacerdote così solido, che da bambino tutti chiamavano “tisicuzzo” per la sua apparente fragilità fisica (come ci raccontò lui stesso su Voce quasi due anni fa), balza subito alla mente la figura dell’anziano Nicodemo, fariseo e “maestro di Israele”. È lui a chiedere a Gesù: «Come può un uomo nascere quando è già vecchio? Può egli entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e nascere?». La risposta a queste domande ci tocca tutti: se la vita non è una continua giovinezza, è una galera. Don Guido ce lo ricorda, anche solo con la sua presenza. E allora, carissimo…
100 di questi giorni!

Andrea Antonuccio

Leggi anche:

 

Check Also

24 ore per il Signore: un’esperienza di rinascita

Padre Giorgio Noè: «Sono 24 ore consecutive di adorazione eucaristica e di preghiera, con la …

%d