Home / Chiesa / Chiesa Locale / Un aiuto concreto per Turchia e Siria

Un aiuto concreto per Turchia e Siria

Colletta per il terremoto

«La Presidenza della Cei, a nome dei Vescovi italiani, rinnova profonda partecipazione alle sofferenze e ai problemi delle popolazioni di Turchia e Siria provate dal terremoto» si legge nella nota diffusa dalla Conferenza episcopale italiana. La Presidenza della Cei, che per far fronte alle prime urgenze e ai bisogni essenziali aveva disposto un primo stanziamento di 500 mila euro, ha deciso di indire una colletta nazionale, da tenersi in tutte le chiese italiane domenica 26 marzo 2023 (V di Quaresima): «Sarà un segno concreto di solidarietà e partecipazione di tutti i credenti ai bisogni, materiali e spirituali, delle popolazioni terremotate. Sarà anche un’occasione importante per esprimere nella preghiera unitaria la nostra vicinanza alle persone colpite. Le offerte dovranno essere integralmente inviate a Caritas Italiana entro il 30 aprile 2023».
Si può ancora contribuire donando direttamente alla Caritas Italiana per l’emergenza terremoto: cc. postale n. 347013; donazione on-line tramite il sito caritas.it; bonifico bancario con causale “Terremoto Turchia-Siria 2023” tramite: Banca Popolare Etica – Iban: IT24 C050 1803 2000 0001 3331 111, Banca Intesa Sanpaolo – Iban: IT66 W030 6909 6061 0000 0012 474, Banco Posta – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013, UniCredit – Iban: IT88 U020 08 05206 0000 1106 3119.
Maggiori dettagli inquadrando il codice QR nella locandina a lato.

Check Also

Da Alessandria a Lourdes: un’esperienza che lascia il segno

Il 1° luglio partirà il pellegrinaggio diocesano dell’Oftal insieme con il nostro Vescovo Lourdes: un …

%d