Home / Alessandria / Sport / Grigi / Grigi, con il Cittadella in gioco un pezzo di futuro

Grigi, con il Cittadella in gioco un pezzo di futuro

Dopo il successo in casa con il Pordenone

Che quella con il Pordenone fosse una partita da dentro o fuori, era scritto nei numeri: in quelli che indicano le partite (sempre meno) che mancano alla fine della stagione e soprattutto in quelli legati alle posizioni in classifica di due squadre che sapevano di non poter più sbagliare. Una sorta di ultima occasione che i Grigi hanno sfruttato al meglio, tornando alla vittoria dopo 14 giornate grazie alle reti di Marconi e Milanese.

Tre punti fondamentali che fanno perdere la voce a Moreno Longo e affermare al suo vice, Dario Migliaccio, in sala stampa: «Così come non abbiamo fatto drammi quando i risultati non arrivavano, ora non dobbiamo esaltarci per questa vittoria. Di certo questi tre punti sono importantissimi per affrontare con maggiore serenità il rush finale che ci attende».

Le gare che restano sono infatti solo quattro, ma tanti i fattori che possono spostare gli equilibri, a partire dal recupero in programma oggi tra Cosenza e Benevento: i campani puntano ad agganciare Cremonese e Monza al secondo posto, mentre i calabresi – reduci dalla sconfitta con il Monza che ha reso ancora più traballante la panchina di Bisoli – mirano ad avvicinare proprio l’Alessandria. Proprio il successo dei sanniti di mister Caserta sul Vicenza ha portato invece all’esonero di Cristian Brocchi, con il presidente Rosso e il ds Balzaretti che hanno deciso di puntare su Francesco Baldini: un’incognita in più per un finale di torneo che vedrà i Grigi ospitare il “Lane” giusto l’ultima giornata, il 6 maggio.

Prima però ci sono altre tre sfide da giocare, con Cittadella e Parma in trasferta e Reggina in casa: l’Orso parte dal quintultimo posto a quota 29 punti, a + 4 su Vicenza e Cosenza e – 5 dalla Spal, che potrebbe ritrovarsi risucchiata in piena lotta salvezza nel caso in cui uscisse sconfitta dal confronto che la attende con il Crotone (21), in una giornata – quella di Pasquetta – che vedrà il Cosenza di scena a cremona e il Vicenza ospitare il Perugia. Al “Tombolato“, invece, Marconi e compagni si giocheranno un’altra fetta importante di salvezza affrontando un Cittadella (48) rilanciato nella corsa playoff dalla vittoria ottenuta a Como. Lunedì fischio di inizio alle 18: Longo dovrà fare a meno dello squalificato Di Gennaro.

 

Marina Feola

Guarda anche la ventesima puntata di Venticinquesimo minuto con ospite Luca Parodi (clicca qui)

Leggi anche:

Check Also

Il momento dei bilanci (parte prima)

“La testa e la pancia” di Silvio Bolloli Nel momento in cui andiamo “in macchina” …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: