Home / Prima pagina / Editoriale / Chi ci salva: la politica o Gesù Cristo?

Chi ci salva: la politica o Gesù Cristo?

L’Editoriale di Andrea Antonuccio

Care lettrici, cari lettori,

come già sapete Alessandria ha un nuovo Primo cittadino: è Giorgio Abonante, che al ballottaggio ha prevalso sul Sindaco uscente Gianfranco Cuttica di Revigliasco (ne parliamo a pagina 6). Auguriamo al nuovo inquilino di Palazzo Rosso di fare un’esperienza umana e politica più che soddisfacente: per sé, perché fare bene il proprio compito e vedere dei risultati concreti è auspicabile; e per gli altri, cioè per coloro che “avranno a che fare” con Alessandria nei prossimi anni.

La nostra città ha veramente bisogno di uomini e donne di buona volontà: non solo in politica. Già, la politica: un tema che, da quando sono direttore, non ha avuto molto spazio sul settimanale (quello che si meritava, secondo me…). Di questo sono stato “rimproverato” diverse volte: non dall’Editore, ma da soggetti per così dire interessati a portare Voce sulle loro posizioni politiche, giuste e sante, ovviamente (sono ironico, eh!). Qualcuno mi ha anche chiesto: «Ma Voce da che parte sta? E la Diocesi? E il Vescovo?». Come se la politica fosse questione di schieramento: da una parte i buoni, dall’altra i cattivi.

È un atteggiamento manicheo che proprio non mi piace. Se Voce deve essere cassa di risonanza di qualcuno, che almeno lo sia di Qualcuno che davvero salva. Perché la politica, con buona pace di tutti (anche dei cattolici “impegnati”), non salva: nel migliore dei casi aiuta, favorisce, stimola… ma può farlo solo se c’è già qualcosa che esiste, nella società e nella Chiesa. Una comunità viva (cristiana e non) fa già politica, è un soggetto politico vero, perché costruisce luoghi di umanità per tutti. Chi governa dovrebbe valorizzare questo “esistente”, senza pregiudizi. Il Bene comune è un’evidenza: basta riconoscerlo. Al nuovo Sindaco di Alessandria chiediamo (e auguriamo) solo questo. Buon lavoro!

Andrea Antonuccio
direttore@lavocealessandrina.it

Leggi anche gli altri editoriali:

Check Also

«Prima di finire la giornata fermarsi un po’: cosa è successo non nei giornali, ma nel mio cuore»

Papa Francesco Con queste parole, papa Francesco ha parlato durante l’udienza, dedicata alla consolazione, di …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: