Home / Alessandria / Sport / Grigi / Grigi, ripartiamo dal Crotone

Grigi, ripartiamo dal Crotone

Dopo la sconfitta di Como (2-0) serve un cambio di rotta

Le aspettative per la gara del Sinigaglia erano tante, inutile raccontarsi il contrario. Per la partita del 25 aprile e il rammarico per non averla potuta disputare ad armi pari, per la rivalità tra le le due tifoserie e soprattutto perché in palio, questa volta, c’erano punti salvezza pesantissimi, con entrambe le formazioni reduci dal primo successo stagionale (in casa con il Cosenza i Grigi, in trasferta contro il Brescia di Inzaghi i lariani).

Invece il tabellino dice che i padroni di casa si sono imposti 2-0, con le reti di Bellemo e Parigini in avvio e in chiusura del secondo tempo. E a preoccupare, in casa grigia, al di là del risultato è il passo indietro sia dal punto di vista tecnico che caratteriale, con una squadra macchinosa, lenta nella costruzione del gioco e capace di una sola azione degna di nota, un colpo di testa di Marconi dopo la metà del primo tempo. Con Pisseri, come troppe volte già in questa stagione, migliore in campo.

«È vero – ammette mister Longo (nella foto) – è la prima partita persa meritatamente, perché l’abbiamo subita invece di aggredirla e sono mancati l’energia e il furore che avevano contraddistinto le precedenti sfide. Sappiamo bene che per restare in categoria dobbiamo essere tutti al 110%, perché appena caliamo la differenza con gli avversari si vede. Ma dobbiamo essere equilibrati nei giudizi, perché è la prima vera, brutta prestazione su otto incontri. Una giornata storta credo sia capitata a tutte le squadre, comprese quelle che ora sono in testa alla classifica».

È il caso per esempio della capolista Pisa, incappata nella prima sconfitta stagionale allo Scida di Crotone, dove tutto si è deciso nel primo tempo con i gol di Mulattieri (in vetta, con Lorenzo Lucca, alla classifica dei marcatori con 6 reti) e Zanellato, con Tourè ad accorciare le distanze e De Vitis che si è fatto parare un rigore sul punteggio di 1-0. Insomma, un biglietto da visita niente male, aver fermato la capolista, quello con cui la formazione di Modesto (che in classifica precede l’Alessandria di una posizione, con tre punti di vantaggio) si presenterà al Moccagatta questa sera (venerdì 22 ottobre, fischio d’inizio alle 20.30). Per i Grigi, l’occasione per rifarsi contro un avversario in lotta per lo stesso obiettivo salvezza e per dimostrare di aver imparato dalla lezione di Como.

Marina Feola

Leggi anche:

Leggi anche le altre interviste dello speciale “Grigi in B”:

Check Also

Stile Juventus

“La testa e la pancia” di Silvio Bolloli Un commentatore sportivo non dovrebbe mai lasciar …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: