Home / Chiesa / Chiesa Locale / Una Messa con i ragazzi del catechismo

Una Messa con i ragazzi del catechismo

Parrocchia San Giuseppe artigiano

Un bel “colpo d’occhio” quello di domenica scorsa alla Parrocchia San Giuseppe artigiano-Centro don Bosco con molti ragazzi e ragazze coinvolti nel proprio percorso di catechismo per vivere la partecipazione alla Messa delle ore 10 con uno speciale ricordo del proprio Battesimo.
Certo, fare riferimento alla “quantità” (molti ragazzi) e alla “scenografia” (utilizzando l’espressione del “bel colpo d’occhio”), potrebbe non risultare molto appropriato in confronto all’importanza di altri elementi assai più significativi e spiritualmente elevati.
Il tema approfondito, infatti, era quello della riscoperta del proprio Battesimo in relazione a una Domenica (la prima di Avvento) che ha invitato tutti alla riflessione e al mettersi in cammino verso “Betlemme”.
Se l’attenzione dei ragazzi e ragazze coinvolti – unita alla loro nutrita partecipazione e al loro mettersi in gioco indossando anche una veste bianca in ricordo del Battesimo e posizionandosi in semicerchio davanti al Presbiterio – sono stati tutti fattori “belli” e indice di una freschezza e vitalità di animazione da sempre presente nel Centro don Bosco, l’omelia del parroco don Mauro Mergola ha rafforzato ulteriormente la consapevolezza tra i presenti (tra cui davvero tanti genitori) di essere chiamati tutti a vivere seriamente e responsabilmente il proprio Battesimo.

Con domenica 27 novembre e con questa Celebrazione eucaristica tematicamente sottolineata e così partecipata, le molteplici attività della Parrocchia (catechismo e non solo) sono dunque avviate a “pieno regime” e la risposta della Comunità parrocchiale non lascia dubbi sul desiderio di continuare a vivere intensamente e armonicamente le tante declinazioni di servizio affinché tutto si ricomprenda e trovi senso a partire proprio dall’incontro domenicale con il Signore Gesù nell’Eucarestia.

Guido Astori

Check Also

Betty Bolaji Opute:«Mi hanno strappato le trecce, il sangue mi usciva dalla testa»

Domenica 4 febbraio, Veglia per la vita: la testimonianza di una donna nigeriana Buonasera, mi …

%d