Home / Parentesi / Don Giuseppe Diana – Peppino siamo noi

Don Giuseppe Diana – Peppino siamo noi

Sono passati 25 anni dall’omicidio di don Peppe Diana, ucciso per mano della camorra il 19 marzo 1994 nella sacrestia della chiesa di S. Nicola di Bari a Casal di Principe, in provincia di Caserta. Per ricordarlo, martedì scorso sono state tantissime le persone giunte sul luogo del martirio per rendergli omaggio sin dalle prime ore del mattino. Alle 7.30, proprio nell’ora e nel luogo in cui fu ucciso, è stata celebrata una Messa nel ricordo di quella che il sacerdote non riuscì a presiedere, perché giustiziato dal killer.

Tra i presenti, anche don Luigi Ciotti, fondatore di Libera. Domenica 17 marzo anche gli scout hanno voluto rendere omaggio a don Diana, che oltre a opporsi alla camorra è stato anche assistente ecclesiastico ed educatore dell’Agesci. Nello stadio di Casal di Principe diecimila scout, arrivati da tutta la Campania e anche da altre regioni, si sono riuniti nella marcia “Il tuo sogno, la nostra frontiera”, organizzato da Agesci, Masci e Foulard bianchi. Molti i cartelli in mano ai giovani in camicie azzurre e fazzolettoni: da “Don Peppe era coraggioso, la mafia ‘na schifosa” e “Di pizzo vogliamo solo l’abito da sposa”, fino a “Seguiremo il tuo esempio” e “Peppino siamo noi”.

Check Also

Se penso a mio zio Luciano, vedo un seme che porta frutto

La storia di Luciano Bottan, missionario laico morto in Ciad nel 2000 Martina, da dove …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: