Home / Chiesa / Papa Francesco / Il Papa, la Cina e la ricerca scientifica

Il Papa, la Cina e la ricerca scientifica

RAI VATICANO – VIAGGIO NELLA CHIESA DI FRANCESCO

L’economia di Francesco verso Assisi, a quattro anni dalla “Laudato si’”

È un magistero itinerante quello di Papa Francesco. A Est, in Romania, terra di antica tradizione cristiana. A Camerino, tappa di un’Italia ferita dal terremoto. A Napoli, guardando al Mediterraneo per una nuova teologia fondata sul dialogo per la pace di una Chiesa missionaria. Ma è al lontano Oriente che punta lo sguardo di Francesco. Santa Sede e Repubblica Popolare Cinese coltivano un dialogo per la reciproca conoscenza. È la diplomazia culturale che si arricchisce di nuove tappe. L’ultima, l’invito che Pechino ha rivolto al Vaticano per partecipare con un suo padiglione al Salone Internazionale di Orticoltura – Expo 2019.

“La Cina guarda a questo orizzonte, che non è solo il Vaticano, ma a tutta la Chiesa Cattolica e alla ramificazione che ha in tutto il mondo”. Così il Cardinale Gianfranco Ravasi nel servizio di apertura della nuova puntata di “Viaggio nella Chiesa di Francesco”, di Massimo Milone e Nicola Vicenti, in onda su Rai Uno il 24 giugno alle ore 02.00 (in replica su Rai Storia il 7 luglio alle ore 12.30). “C’è la possibilità forse di dialogare dice ancora il Cardinale, responsabile del Padiglione della Santa Sede – non solo attraverso le questioni ecclesiali, vedi le nomine dei vescovi, ma anche attraverso i grandi temi fondanti della cultura della umanità in genere”. E sempre a Oriente ha guardato per tutta la sua vita padre Vincenzo Bordo. In Italia è quasi sconosciuto ma in Corea del Sud è un eroe nazionale. Lo hanno perfino insignito con il più importante riconoscimento dello stato, il premio Ho-Am, per il suo impegno a favore dei diseredati. A quattro anni dalla Enciclica Laudato sì, un bilancio con il numero uno della ricerca europea, il professor Mauro Ferrari, presidente dell’Erc. Oltre 9000 progetti, 2 miliardi di euro da investire. Non solo studi e ricerche per la scienza, la robotica e le nanotecnologie.

“Il Pontefice con l’Enciclica Laudato Si’ – dice lo scienziato italiano a Rai Vaticano – esorta all’impegno tutti per la salvaguardia dell’uomo nel Creato. Un movimento dello spirito che il mondo sta condividendo, anche i non cattolici, perché esiste una universalità d’intenti per salvare questo mondo”. E in questo contesto “The Economy of Francesco” l’incontro che si terrà, ad Assisi a marzo 2020, e riunirà intorno al Papa giovani economisti e imprenditori, per formare una visione diversa dell’economia e della finanza. Un dialogo tra economia e fede al quale contribuisce un libro “Se ne ride chi abita i cieli” di Giulio Dellavite, un sacerdote che vive a Bergamo dopo una lunga esperienza in Vaticano. Infine, a Napoli, la scuola orafa voluta dal consorzio di Borgo Orefici per dare futuro e lavoro tra i vicoli, a ragazzi e giovani a rischio. E sulle orme di San Escrivà de Balaguer una serata evento al Campus Biomedico di Roma per raccontare la santità nel quotidiano.

Check Also

«È un dovere imprescindibile proteggere e rispettare i ragazzi»

Papa Francesco «Domani (giovedì 18 novembre, ndr) in Italia si celebra la prima Giornata nazionale …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: