Home / Rubriche / 100 anni fa / 1° maggio, il Vescovo e la Madonna della Salve

1° maggio, il Vescovo e la Madonna della Salve

“100 anni fa” di Carlo Re

La Libertà n° 17 del 28 aprile 1922 espone le difficoltà del momento politico sotto il titolo 1° maggio 1922 – Lavoratori: I Governi radunati a Genova non riescono a tradurre in atto la clamata volontà di pace e lo spirito di guerra perdurante in nuove forme ma con uguali tristissimi danni, inaridisce inesorabilmente le energie produttive, le virtù stesse di progresso morale e civile solo la disciplina interiore, l’ispirazione cristiana da la capacità ricostruttiva ormai acquistata nella vita economica e politica d’Italia.

La consacrazione di mons. Vescovo: Sabato scorso a Torino la nostra Diocesi era rappresentata da un centinaio di alessandrini; il delegato vescovile in rappresentanza dell’Arcivescovo di Genova; delegazioni di tutte le comunità parrocchiali e associazioni della diocesi.

La Salve. Col 30 c.m. inizia l’ottavario in onore della nostra Madonna; inoltre il 28 maggio sarà l’anniversario dell’incoronazione del Simulacro di Maria SS. della Salve con al pomeriggio, dopo il discorso di chiusura, benedizione col SS. Sacramento previo il canto delle litanie e del Tantum Ergo in musica. Alessandria è quasi sempre apatica ma in occasione della Salve si scuote, la fede si riaccende, il popolo corre in massa ai piedi della Madre!

Il successore di don Bosco. I 64 delegati delle ispettorie di questa grande associazione il 24 c.m. hanno eletto a loro 3° capo, e successore di don Rua, il rev. don Filippo Rinaldi, nato nel 1850 a

Lu Monferrato. Tra le tante cose da lui propugnate si ricorda la sistemazione di fronte a Maria Ausiliatrice del monumento del Cellini che tramanda ai posteri l’effige di Don Bosco.

La croce del cimitero. Il Sindaco in ossequio ai voti della cittadinanza ha annunciato che la Croce rimarrà al suo posto campeggiando isolata, senza che edicole di privati ne impediscano la vista.

Premiati alla fiera equina. Tenutasi dal 23 al 26 c.m. sono stati assegnati premi per: Cavalli a tiro leggero; Cavalli a tiro pesante; Puledri; Cavalli carrozzieri posteriori; Cavalli da tiro pesante; Pariglie.

Programma del Ppi, sulla Legislazione Sociale. Si elencano 17 punti tendenti a dare un vigoroso impulso alla prosperità del Paese.

Leggi anche gli altri articoli di “100 anni fa” (clicca qui)

Check Also

Il tallone d’Achille… Lauro

“Collezionare per credere” di Mara Ferrari Sapete che Achille Lauro sta riportando in voga, anche …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: