Home / Rubriche / Riscopriamo l'arte / Il Moncalvo a Valenza nella Chiesa di Santa Maria Maggiore

Il Moncalvo a Valenza nella Chiesa di Santa Maria Maggiore

RISCOPRIAMO L’ARTE. Alla scoperta dell’arte di Guglielmo Caccia, detto il Moncalvo, noto pittore della Controriforma in Piemonte vissuto a cavallo dei secoli XVI-XVII nel basso Monferrato casalese, troviamo custodita all’interno della Chiesa di Santa Maria Maggiore di Valenza una preziosa pala dell’artista datata 1620 raffigurante la Madonna del Rosario, perimetrata dai 15 misteri del S. Rosario forse attribuibili alla figlia monaca Orsola. Il tema è particolarmente caro al pittore monferrino, secondo cui la lettura dell’opera deve essere immediata e lineare. Il culto della Madonna del Carmine, detta altrimenti del Carmelo o del Rosario, ha origine dai Padri Carmelitani, ordine nato sul Monte Carmelo in Palestina. Qui, nel secolo XII, si raccolsero alcuni penitenti-pellegrini europei, fedeli al modello del profeta Elia. Costruita una chiesetta in mezzo alle celle, la dedicarono a Maria, sviluppando il senso di appartenenza alla Madonna come Signora del luogo e Patrona, e ne presero il nome, “Fratelli di Santa Maria del Monte Carmelo”. L’Ordine Religioso fu riconosciuto da Innocenzo IV nel 1247 e fu inserito nella corrente degli Ordini Mendicanti. Verso il 1235 i Carmelitani dovettero abbandonare il luogo d’origine a causa delle incursioni dei saraceni che stavano riconquistando la Terra Santa, per cui ritornarono ai paesi di origine diffondendo il culto della Madonna del Carmine. Il Rosario, prima della riforma di S. Giovanni Paolo II che ha introdotto nel 2002 i misteri della luce, era composto di 15 decine in tre serie chiamate corone: la prima comprendeva i misteri gaudiosi (o della gioia – Annunciazione, visita di Maria Vergine a Santa Elisabetta, nascita di Gesù, presentazione di Gesù al Tempio, ritrovamento di Gesù al Tempio), contemplati il lunedì e il giovedì; la seconda i misteri dolorosi (o del dolore – Agonia di Gesù nell’orto degli ulivi, flagellazione di Gesù alla colonna, incoronazione di spine, Gesù caricato della Croce, crocifissione e morte di Gesù), il martedì e il venerdì; la terza i misteri gloriosi (o della gloria – risurrezione di Gesù, ascensione di Gesù al Cielo, discesa dello Spirito Santo nel Cenacolo, assunzione di Maria Vergine al Cielo, incoronazione di Maria Vergine), il mercoledì, il sabato e la domenica.

Marie Christine Selea

About Enzo Governale

Direttore dell'ufficio delle Comunicazioni Sociali della Diocesi di Alessandria, appassionato di cammini e alla ricerca di nuovi errori da compiere.

Check Also

Ai poster l’arduo selfie

Una sagoma di cartone per sentirsi una celebrità. #selfie #sagoma #LaVoce

Lascia un commento