Home / Apertura / La tv che piace

La tv che piace

Parliamo, scriviamo, diffondiamo buone notizie perché il mondo ne ha tanto bisogno! Pensieri sparsi che affollano la mente, ricordi belli che si comunicano perché condividere con il prossimo è grande gioia. Ore 7.30: giorni ferali e festivi. Dalla vicina chiesa “Cuore Immacolato di Maria”, (in Ascoli Piceno dove io abito), gestita dai frati francescani, g i u n g o n o attraverso il microfono le
note dell’Ave Maria e tutto intorno è armonia.
Ore 12: una sublime melodia s’irradia nell’aria, è il cantico delle creature, composto dall’umile frate Francesco di Assisi, il Santo più caro a noi italiani. “Fratello sole, sorella luna, le chiare stelle, il fuoco, l’acqua pura”: tutto il mondo della magnifica creazione entra in casa. Ore 20: ancora l’Ave Maria per ringraziare la Madre di nostro Signore Gesù Cristo che viene sulla terra, si fa uomo come noi per la nostra salvezza. E sulla terra, alla sequela del Maestro, c’è tanta gente che ama, che agisce nel nascondimento con il sorriso sulle labbra e le lacrime agli occhi, con perseveranza, coraggio, senza arrendersi, nonostante le cadute e gli ostacoli, consapevole della forza che la fede può dare. C’è il desiderio di vincere il male con il bene ed ecco le ammirevoli iniziative create dai profeti della vita buona, per attirare alla bellezza dell’essere creature fatte a immagine e somiglianza di Dio. I mezzi della comunicazione sociale possono avere una notevole importanza per infondere fiducia e invitare a credere in un futuro migliore. Tv 2000, canale 28, è veramente la tv che piace. Nel palinsesto quotidiano ci sono interessanti programmi, condotti molto bene. “Padre nostro”, per esempio, in onda al mercoledì sera alle ore 21.05, fa vibrare i cuori perché conosciamo quella preghiera fin dall’infanzia e l’apprezziamo ancora di più grazie all’aiuto che ci dà il conduttore, don Marco Pozza, cappellano del carcere di Padova. All’inizio di ogni puntata c’è sempre un intervento di papa Francesco con un suo commento alle parole della preghiera prese in considerazione; seguono interviste a persone note e meno note che esprimono le loro considerazioni e invitano a riflettere. Altra interessante trasmissione è “Benedetta economia”, in onda ogni
domenica dalle ore 19 alle 20. Conduce il prof. Luigino Bruni, economista e biblista, che “introduce i telespettatori a un’economia fatta di mercati e giustizia, profitti e responsabilità, numeri e
solidarietà”. Lo spunto sono i brani del Vecchio Testamento , capaci di ispirare
un’economia dei valori. L’ultimo ciclo di trasmissioni, assai coinvolgenti, è iniziato sabato sera 2 dicembre e ha un titolo che suscita curiosità “Segreti: i misteri della storia”. Il conduttore è l’attore marchigiano Cesare Bocci, nativo di Camerino, classe 1957, che si divide tra cinema, teatro e tv in ruoli sempre interessanti. Sessanta episodi con due per ogni puntata. E ancora la tv propone argomenti di attualità come “Soul” con Monica Mondo, “Il mio medico”, “Quel che passa il convento”, “Il Tg delle buone notizie” e tanti altri. Per noi cristiani, che vogliamo essere credibili, resta fondamentale dedicarci alla preghiera recitando il Santo Rosario: da Lourdes in diretta tutti i giorni alle ore 18 e dalla Campania, alle ore 20, con la supplica alla “Madonna che scioglie i nodi” immagine venerata, tanto cara a papa Francesco. Nell’imminenza della festa dell’Immacolata Concezione preghiamo con fervore per la pace nel mondo.

 

Adriana Verardi Savorelli

About Veronica Privitera

Check Also

Il vescovo incontrerà i giornalisti locali per festeggiare San Francesco di Sales.

Mercoledì 24 gennaio 2018 alle ore 16.30 in Vescovado, monsignor Guido Gallese incontrerà come di …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: