Home / La recensione / La Recensione – Adamo, dove sei?

La Recensione – Adamo, dove sei?

Di tanto in tanto si sentono queste domande: «l’uomo deriva Dio o dalla scimmia? Il racconto biblico della creazione è reale?». In «Adamo, dove sei?», appena pubblicato da Vita e Pensiero (pp 87, euro 12), risponde il cardinale Gianfranco Ravasi: non si tratta di una narrazione «legata a un particolare evento singolo, per altro difficilmente descrivibile, quanto piuttosto a un dato eziologico, cioè a una sorgente ideale (un’aitía, una causa) che comprende e spiega l’intera sequenza dell’esistere e dell’essere nella successione del tempo e dello spazio» (p. 7). In effetti Adamo rappresenta «l’Uomo di tutti i tempi e tutte le terre» (p. 9). Quindi non si tratta né di una favola inventata né di una cronaca dettagliata ma di un racconto metastorico che vuole andare alla base della storia umana. Da queste considerazioni, secondo il presidente del Pontificio Consiglio per la cultura, nasce un interrogativo: «è possibile nel pluralismo […] recuperare un concetto condiviso di ‘natura umana’ che impedisca di accontentarsi da della pura e semplice proceduralità sociale?» (p. 28). Così il libro esplora alcune tematiche cruciali per andare in tale direzione: il relativismo etico, la questione del genere, la genetica, l’informazione. Si rischia di finire nel transumanesimo («rimanderebbe a un progetto scientifico») o nel postumanesimo (che «ne sarebbe la versione più filosofi ca», p. 50), alimentati da un sistema di comunicazione che, sotto le sembianze di un pluralismo veicolato da internet, in realtà cela «una sottile operazione di omologazione e di controllo» (p. 61). Le questioni sollevate dal noto cardinale vanno alla radice della cultura contemporanea e, in particolare, della questione antropologica, che implica a sua volta la possibilità di una convivenza pacifica e armoniosa tra le persone e tra i popoli. Prendere sul serio questi temi è il prerequisito per impostarne una soluzione operativa e una prassi educativa.

Fabrizio Casazza

About Giorgio Ferrazzi

Servitore, capo #scout, amante della #grafica, studente di #ingegneria civile. Ho accettato un invito e... eccomi qui!

Check Also

La Recensione – Costituzione italiana: art. 7

«Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani. I …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: