Home / Senza categoria / Don Giampiero Armano è tornato alla casa del Padre
Clicca e abbonati

Don Giampiero Armano è tornato alla casa del Padre

Don Giampiero Armano è tornato alla casa del Padre giovedì 2 agosto, all’età di 77 anni (ne avrebbe compiuti 78 a dicembre). Un brutto male, già sconfitto una ventina di anni fa, ha avuto la meglio su di lui, ricoverato da alcuni giorni all’Hospice il Gelso dove è stata anche allestita la camera ardente.

Queste le parole del vescovo di Alessandria, monsignor Guido Gallese: “Passando a piedi per le zone della Benedicta con i giovani, nei giorni scorsi, ho ricordato in modo particolare Don Armano e il suo impegno nel mantenere vivo il ricordo delle persone che hanno dato la vita per garantirci un presente di libertà. Lo accompagno con la mia preghiera nel suo passaggio verso la Casa del Padre”.

Il Santo Rosario è fissato per domenica 5 alle 21, nella parrocchia San Paolo in via De Gasperi ad Alessandria; il funerale lunedì 6 alle 10.15 nella stessa chiesa. Ordinato sacerdote nel 1963, don Giampiero è stato vice parroco alla Parrocchia della Madonna del Suffragio della Pista e in Duomo, e uno dei fondatori della Comunità San Paolo nel quartiere Europa, insieme con don Maurilio Guasco e don Giorgio Guala. Promotore di iniziative dedicate alla Memoria dell’Olocausto, soprattutto tra gli studenti delle scuole superiori (è stato insegnante di Lettere al Saluzzo-Plana fino al 2006), si è dedicato alla valorizzazione del Carro dei Deportati, installato in piazzale Berlinguer. Don Giampiero ha anche ricoperto la carica di presidente dell’Associazione Memoria della Benedicta. Nel 2010 è stato uno dei protagonisti del documentario “048 – Esenzione Ticket Malati Oncologici” del regista Maurizio Orlandi, presentato fuori concorso al festival “Piemonte Movie 2011”.

About Enzo Governale

Direttore dell'ufficio delle Comunicazioni Sociali della Diocesi di Alessandria, appassionato di cammini e alla ricerca di nuovi errori da compiere.

Check Also

Dopo l’Embraco, chiude anche ItaliaOnline?

Dopo Embraco scoppia il caso ItaliaOnline. L’azienda, nata dalla Seat pagine gialle, controlla i portali …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: