Home / Chiesa / Il martirio dei cristiani

Il martirio dei cristiani

L’incontro mensile di preghiera per i cristiani perseguitati, organizzato dalla Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali, sarà sabato 17 dicembre alle ore 16.00, davanti alla Chiesa di san Giovannino, in Corso Roma ad Alessandria. Una motivazione particolare alla preghiera di questo mese viene dalla strage avvenuta al Cairo domenica scorsa, dove un kamikaze di 22 anni si è fatto esplodere nella chiesa di san Pietro e Paolo nel complesso della cattedrale cristiana-copta sede del patriarcato, provocando la morte di 23 persone, in maggioranza donne e bambini, che sono soliti a pregare nella cappella.

Altre 49 persone sono rimaste ferite. Al termine dell’Angelus papa Francesco ha ricordato questo fatto e altri “efferati attacchi terroristici che nelle ultime ore hanno colpito vari Paesi” (Turchia, Nigeria ed Egitto) osservando che “diversi sono i luoghi, ma purtroppo unica è la violenza che semina morte e distruzione” ed ha ribadito che “unica è anche la risposta: fede in Dio e unità nei valori umani e civili”. La vicinanza del Nata- le permette di leggere sotto una particolare luce gli eventi di questi giorni, nel contrasto tra la violenza di coloro che compiono il male di-struggendo le vite degli uomini e la presenza di un bambino inerme che porta la salvezza e an- nuncia la pace a tutti gli uomini di buona volontà.

Pure questo bambino fu perseguitato e costretto alla fuga, mentre altri bambini innocenti venivano uccisi. Egli fin dall’inizio fu segno di contraddizione e i cristiani, credendo e sperando in questo Bambino, perseguitato e costretto alla fuga ma portatore di pace, credono e sperano che si possa essere uniti nei valori che rendono umana la vita, rinunciando alla violenza.

Angelo Teruzzi

About Enzo Governale

Direttore dell'ufficio delle Comunicazioni Sociali della Diocesi di Alessandria, appassionato di cammini e alla ricerca di nuovi errori da compiere.

Check Also

AVVENTO – Un tempo indispensabile

Intervista al professor Renato Balduzzi sul nuovo ciclo di incontri.

Lascia un commento