Home / Rubriche / La pediatra risponde / Ma l’omeopatia fa bene? – Un approccio olistico al paziente

Ma l’omeopatia fa bene? – Un approccio olistico al paziente

 

Dottoressa, in merito alle ultime polemiche sul bambino morto per una otite curata con l’omeopatia, lei da che parte sta?

Io sto dalla parte del paziente e di chi lo assiste. Partiamo dal caso della scorsa settimana: la tonsillite nel 70% dei casi è di tipo virale, nel restante 30% è di tipo batterico, e per lo più causata dallo streptococco Beta emolitico di gruppo A. Questo batterio è anche responsabile della scarlattina, della nefrite e delle infezioni della pelle. In caso di tonsillite con placche si dà l’antibiotico per consuetudine, mentre sarebbe bene fare un tampone faringeo per riconoscere se l’infezione è da streptococco oppure no. Nel caso, bisogna dare l’antibiotico. Ma dare l’antibiotico se l’infezione è virale è un atto improprio. Spesso le mamme, anche dopo solo 24 ore di febbre e un po’ di mal di gola, somministrano l’antibiotico senza nemmeno consultare il medico. Nel caso in cui il tampone faringeo è negativo, la tonsillite è presumibilmente virale (per esempio, nella mononucleosi). A questo punto l’antibiotico non è il farmaco di elezione, ma si utilizzeranno le terapie del caso, in base ai sintomi che si presentano. Facciamo un esempio anche in questo caso: nella farmacopea tradizionale per la febbre si somministra il paracetamolo, che ha anche un effetto antinfiammatorio. In medicina funzionale potremmo utilizzare i sali di Schüssler, tipo Ferrum phosphoricum, oppure Belladonna. Questi esempi indicano l’approccio di un medico che utilizza la medicina a 360°, cioè in maniera integrata, tenendo sotto controllo il possibile peggioramento clinico del bambino insieme con i genitori.

Per fare una domanda alla dottoressa Sabrina Camilli:

redazione@lavocealessandrina.it 

http://pediabimbumbam.altervista.org

About Veronica Privitera

Check Also

Pregare fa bene? Parliamone…

Gentile dottoressa, le faccio una domanda spiazzante: educare cristianamente i propri figli può avere un giovamento sulla loro salute? La risposta della dottoressa Camilli. Scrivici -> redazione@lavocealessandrina.it #rubriche #salute #LaVoce

Lascia un commento