Home / La recensione / Esercizi spirituali

Esercizi spirituali

Nel 2004 il compianto cardinale gesuita Carlo Maria Martini, Arcivescovo di Milano dal 1979 al 2002, tenne un corso di esercizi spirituali in occasione del quarantesimo anniversario dell’ordinazione presbiterale. Ora i testi inediti di quelle meditazioni sono offerti a tutti da Edb con il titolo Esercizi spirituali (pp 119, euro 9,50). Il libro commenta nell’ottica sacerdotale la prima lettera di Pietro, riletta alla luce dello schema degli esercizi di sant’Ignazio di Loyola. Appoggiandosi all’autorità del principe degli apostoli e rivolgendosi alle comunità dell’attuale Turchia del nord, il testo biblico esorta a una forte coscienza escatologica, cioè a vivere sì alla giornata ma con un orizzonte infinito. Certo, il percorso non è lineare e indolore: «Il cammino cristiano non è un cammino di vittoria mondana, ma è il cammino della sequela della croce. È solo così che il cristiano trionfa» (66-67). Ecco perché il cattolico, e il ministro ordinato in particolare, può essere definito untestimone delle sofferenze di Cristo. Condividere la passione di Gesù significa per il pastore essere «lo specialista dell’insieme» (88), cioè colui che si occupa del quadro unitario della realtà ecclesiale, che è chiamato a guidare innanzi tutto con il buon umore. «È molto importante che anche se qualche volta sentiamo il peso del ministero, non lo facciamo avvertire agli altri» (89). Per questo è necessario sapersi prendere dei momenti di pausa, di silenzio e di raccoglimento, pochi ma reali: «l’affanno continuo, l’essere continuamente sotto pressione, non giova a nessuno» (97). Si capisce bene che la coscienza escatologica, di cui si parlava all’inizio, non è affatto un disimpegno dalla quotidianità ma un modo di guardare le cose con un atteggiamento particolare, quello del Signore. Così si possono attraversare le malvagità di questo mondo facendole illuminare dalla luce della risurrezione e dell’eternità.

About Veronica Privitera

Check Also

Chiamatemi “Frate mobile” – La storia di fra’ Beppe Giunti, francescano in continuo movimento

Lui ci ha parlato della cooperativa sociale Coompany di Alessandria, di cui oggi è formatore volontario... e del suo percorso!

Lascia un commento