Home / Alessandria / Sport / Grigi / Ambizioni (da ritrovare) cercansi

Ambizioni (da ritrovare) cercansi

“La testa e la pancia” di Silvio Bolloli

Punto primo: le trattative per la vendita dell’Alessandria sembrano non andate a buon fine, e questa è una buona notizia, perlomeno dando credito a certi nomi che erano circolati nelle settimane scorse.
Punto secondo: Di Masi resta al timone, e questa è un’altra buona notizia se si pensa a quanto Di Masi ha saputo fare fino alla scorsa stagione.
Punto terzo: l’Alessandria perde e sprofonda sempre più giù; trattasi di dato oggettivo, riferito ad una squadra che ha il penultimo attacco del Campionato e la quint’ultima difesa, che non sa segnare e che, soprattutto, appare di assoluta modestia in termini tecnici.

Quale la soluzione? Una sola: l’uomo che ci ha riportati in Serie B dopo 46 anni, ed ha dimostrato di avere a cuore le sorti dell’Alessandria più di chiunque altro nell’ultimo mezzo secolo, non può permettersi di legare il suo nome e la sua immagine a una delle peggiori sconfitte sportive di centodieci anni di storia, cioè a dire alla (per ora solo ipotetica) seconda retrocessione tra i Dilettanti.

Sommando gli addendi non resta che una conclusione: Di Masi deve saper perdonare gli insulti e le intemperanze di una parte della tifoseria e ritrovare le sue antiche motivazioni ma, soprattutto, darsi quel colpo d’ala indispensabile a riportare i Grigi ai livelli… di Di Masi.

Check Also

Meno male che Di Masi c’è

“La testa e la pancia” di Silvio Bolloli Vediamo di fare un breve riassunto delle …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: