Home / Il punto di vista / L’estate sta finendo… E a San Michele qualcosa inizia!

L’estate sta finendo… E a San Michele qualcosa inizia!

“Il punto di vista” di Adriana Verardi Savorelli

«L’estate sta finendo…»: è una canzone “tormentone” degli anni passati, ma a San Michele qualcosa ha invece inizio. Ho letto: «Imitiamo la vita dei Santi, che siano di esempio», ma per imitarli bisogna conoscerli e per questo è sorta un’iniziativa parrocchiale. Prima della fine della Messa quotidiana delle ore 18 si parla del Santo o del Beato festeggiato in quel giorno per suscitare nei fedeli interesse e desiderio di saperne di più. Sono notizie essenziali che si possono ampliare a casa consultando libri, internet o altro.

È coinvolgente leggere la storia dei nostri compagni nella fede che ci hanno preceduto e lasciato importanti testimonianze! Iniziamo con Santa Teresa di Calcutta, “Il mio Dio si chiama Amore”, nel venticinquesimo anniversario della sua morte, premio Nobel per la Pace 1979, lei che con il suo sorriso luminoso, i suoi gesti accoglienti voleva trasmettere il messaggio: tu sei amato, tu sei accettato, chiunque tu sia e di qualunque appartenenza a razza e religione. La forza persuasiva del suo amore aveva la capacità di conquistare i cuori.

Qualche considerazione… Ritengo che bisognerebbe abolire il termine “grande” attribuito a questo o a quel festeggiato perché mi pare che una “graduatoria” sia impropria. Tutti sono Santi o Beati a modo loro. Se l’iniziativa avrà consensi favorevoli è bene che continui nel tempo. Bisogna credere che i Santi non sono lassù, in un altro mondo, lontani da noi, inimitabili… Tutti i cristiani sono chiamati alla santità ed è necessaria la virtù dell’umiltà per affermare: voglio imparare e aumentare il mio sapere.

Non siamo “sapienti” nati, ma possiamo diventarlo con lo studio, il confronto e la passione. Sappiamo anche che l’umiltà non ha origine nell’uomo, bensì in Dio. Lui è il primo umile e noi vogliamo essere così, nella giusta condizione per relazionarci con il nostro prossimo. Possiamo, quindi, ritenerci cristiani credibili, quando siamo pronti ad accogliere le novità che ci aiutano a condurre una buona vita. Conoscere di più e meglio la vita dei Santi e dei Beati è una di queste novità.

Leggi altri articoli de “Il punto di vista”:

Check Also

Dalla penna di Erminia Sempio Rossi

“Alessandria racconta” di Mauro Remotti Anche nell’estate 2022, tra i libri più venduti al mondo …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: