Home / Alessandria / Sport / Grigi / Grigi, il 20 maggio inizia il sogno

Grigi, il 20 maggio inizia il sogno

Si chiude con una vittoria – un 3-1 sul Cuneo firmato Nicco, Marconi e Fischnaller, in rete dopo l’iniziale vantaggio di Cristini – il campionato dell’Alessandria. Un campionato che ha emesso gli ultimi verdetti, con Giana, Pistoiese e Pontedera a completare la griglia dei playoff , il Prato condannato a retrocedere direttamente in serie D e Cuneo e Gavorrano a disputare l’unico turno di playout (il 19 e 26 maggio, con i toscani che potranno contare sul fattore campo; in caso di parità si terrà conto della differenza reti e, se non dovesse bastare, a valere sarà il miglior piazzamento). I grigi, invece, chiudono al sesto posto, ma entreranno in gioco solo nella fase nazionale grazie alla vittoria della Coppa Italia di serie C. Già, perché quello che sta per iniziare è un vero e proprio mini torneo: 28 le squadre coinvolte, quelle che al termine della regular season si sono classificate dal secondo al decimo posto in ciascuno dei tre gironi oltre, appunto, alla vincitrice della Coppa Italia (con il Pontedera a benefi ciare del posto lasciato libero dall’Alessandria), e tre diverse fasi. La prima, quella riguardante i vari raggruppamenti, si articola in due turni (gara secca, in caso di parità decisivo il piazzamento): nel primo, in programma domani, si affronteranno le 18 formazioni classificate dal quinto al decimo posto (quinta contro decima, sesta contro nona, settima contro ottava; nel girone A, quindi, Viterbese-Pontedera, Carrarese-Pistoiese e Piacenza-Giana Erminio); nel secondo, in calendario il 15 maggio, alle tre vincitrici si aggiungeranno le quarte classificate (il Monza per il girone A, con la migliore classificata che affronta in casa la peggiore e le altre due che si affrontano sul campo della meglio piazzata). Poi, il 16, sorteggio per la fase ‘nazionale’: nel primo turno (20/23 maggio) in lizza dieci compagini (le sei vincenti degli incontri della fase playoff dei gironi, le tre terze la graduatoria – Pisa, Sambenedettese e Trapani – e l’Alessandria vincitrice di Coppa), che si affronteranno in cinque match di andata e ritorno, dove teste di serie saranno le terze classificate, i grigi e la meglio piazzata tra le sei vincitrici di playoff di girone. Le teste di serie avranno il vantaggio della gara di ritorno in casa e, in caso di parità al termine dei 180 minuti, a qualifcarsi sarà la meglio piazzata (alla cui definizione si arriverà in base a questi criteri: miglior piazzamento, maggior numero di punti conquistati, maggior numero di vittorie, maggior numero di reti segnate; in caso di ulteriore parità, si procederà a sorteggio). Nel secondo turno (30 maggio/3 giugno) scenderanno infine in campo le seconde (Siena, SudTirol e Catania), teste di serie insieme alla miglior classificata tra le promosse del primo turno: quattro sfide, con andata e ritorno, che decreteranno i protagonisti della final fuor, dove il valore del piazzamento non varrà più e, in caso di parità, ci saranno supplementari ed eventualmente i calci di rigore. Semifinali in programma il 6 e 10 giugno e finale in gara secca a Pescara il 16 giugno. «Che i playoff siano un altro campionato oramai lo ripetiamo in continuazione – il commento di mister Marcolini nel dopo partita con il Cuneo – sappiamo che incontreremo il meglio dei tre gironi e anche le formazioni più in forma. Di sicuro, affronteremo ogni gara con una gran voglia di imporci». La rincorsa al sogno è appena cominciata.

Marina Feola

About Giorgio Ferrazzi

Servitore, capo #scout, amante della #grafica, studente di #ingegneria civile. Ho accettato un invito e... eccomi qui!

Check Also

Stralessandria 2018 – In migliaia di corsa per la Borsalino

Venerdì 11 maggio Alessandria correrà la StrAlessandria 2018, con la testa e il cuore per …

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: