Home / Alessandria / Sport / Se ne va Andrea «giovane guerriero»
Clicca e abbonati

Se ne va Andrea «giovane guerriero»

Addio al calciatore del Legnano

«Ciao campione». Così il difensore della Lazio Francesco Acerbi ha salutato su Instagram il giovane Andrea Rinaldi (nella foto), 19 anni, calciatore del Legnano (Serie D) con un passato nella Primavera dell’Atalanta, deceduto lunedì 11 maggio per un aneurisma cerebrale.

Il classe 2000, venerdì 9 maggio, aveva avuto un malore in casa mentre si allenava ed era stato ricoverato all’ospedale di Varese. Il funerale si terrà nello stadio di Cermenate, paese in provincia di Como in cui viveva Andrea, per poter permettere a tutta la cittadinanza di partecipare.

I messaggi di cordoglio sono giunti da più parti. Il presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi, ne ricorda il «sorriso gentile», mentre l’Ac Legnano, in una nota sul proprio sito, lo saluta come «il nostro guerriero». Il giovane calciatore era un centrocampista “alla Gattuso”, tutto grinta e cattiveria agonistica: eppure, non ha potuto nulla contro questa terribile sorte. Il Legnano ha anche ritirato la sua maglia, la numero 8. «Andrea veniva agli allenamenti e come prima cosa passava a salutarmi – ha dichiarato il presidente, Giovanni Munafò – Un ragazzo straordinario, un esempio per tutti. A nome della società esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia: Andrea lassù potrà essere il solito guerriero di sempre, che lottava in mezzo al campo per dare una gioia ai tifosi del Legnano».

Dopo l’esperienza all’Atalanta, Rinaldi aveva giocato in Serie D nel Mezzolara e in Serie C nell’Imolese, prima di approdare al Legnano.

Nell’apprendere questa notizia, a molti saranno tornati alla mente altri episodi luttuosi che hanno coinvolto calciatori più o meno famosi. In Italia ci si ricorda di Piermario Morosini, deceduto in campo otto anni fa per un arresto cardiaco, stessa causa di morte di Davide Astori, morto due anni fa. Emiliano Sala, argentino, è l’ultimo calciatore di una certa fama ad aver perso la vita mentre era in attività. La sua morte è avvenuta in seguito alla precipitazione dell’aereo su cui si trovava in volo verso Cardiff, nuova meta della sua carriera.

Marco Lovisolo

Check Also

Terremoto in casa Ferrari

In Formula 1 Sebastian Vettel non rinnova, al suo posto Carlos Sainz In un momento …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: