Home / Alessandria / Fiumi e animali: è allarme caldo

Fiumi e animali: è allarme caldo

Agricoltura e territorio

«La secca del fiume Po mette a rischio oltre un terzo della produzione agricola italiana. Con il grande caldo è emergenza siccità a macchia di leopardo nelle campagne dove gli agricoltori sono costretti a ricorrere all’irrigazione di soccorso per salvare le coltivazioni in sofferenza per le alte temperature, dagli ortaggi al mais, dalla soia al pomodoro» afferma il presidente Coldiretti Alessandria, Mauro Bianco.

Con le temperature superiori ai 35 gradi le piante sono a rischio stress idrico e colpi di calore che compromettono la crescita dei frutti negli alberi, bruciano gli ortaggi e danneggiano i cereali. «Oltre agli uomini, a soffrire il caldo sono anche gli animali nelle case e nelle fattorie, dove le mucche con le alte temperature stanno producendo per lo stress fino al 15% circa di latte in meno rispetto ai periodi normali» dice il direttore Coldiretti Alessandria, Roberto Rampazzo.

Per gli animali, anche cani e gatti, la temperatura ideale è tra i 22 e i 24 gradi. Oltre questo limite gli animali mangiano poco, bevono molto e nel caso delle mucche producono meno latte. I pesci, invece, rischiano la vita: «Per il momento il deflusso minimo vitale c’è, ma il livello del torrente Orba sta diminuendo a vista d’occhio, la situazione inizia a essere critica e siamo solo all’inizio di luglio» dice Laura Gola, responsabile faunistico dell’ente di gestione delle Aree protette del Po piemontese, ex parco del Po e dell’Orba, con sede al vecchio mulino di Bosco Marengo.

Il livello è sceso nel Bormida, e anche nel Tanaro, si sta assottigliando nell’Orba e nei corsi d’acqua del bacino. Il Lemme è più segnato dai prelievi necessari a irrigare i prati a fieno e i campi di mais, per non parlare del Piota e del Gorzente. «Monitorare e intervenire vuol dire verificare le condizioni dell’ambiente: più è ricco di biodiversità, meglio sarà per la qualità della nostra vita» conclude il direttore dell’ente, Dario Zocco.

Daniela Terragni

Leggi anche:

Check Also

Al “Pochettino”, un protocollo sul bullismo

Castellazzo Bormida Nuove regole per tutte le scuole dell’Istituto comprensivo “Pochettino” di Castellazzo Bormida con …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: