Home / Rubriche / Libri per bambini / Un bello spavento (è quel che ci vuole)
Clicca e abbonati

Un bello spavento (è quel che ci vuole)

“Libri per bambini” di Zelia Pastore

Un lombrico gironzola tranquillo in giardino quando si imbatte in una succulenta foglia croccante. Interpretandola come una ghiotta occasione per fare uno spuntino fuori programma, l’animaletto si accinge a sgranocchiarla. Quando d’improvviso…hip! Il lombrico di colpo rimbalza via, trovandosi suo malgrado coinvolto in un viaggio inarrestabile, che lo fa passare dalla gobba di un cammello alla proboscide di un elefante, attraversando le cime dei monti e le onde del mare. Ma che cosa starà succedendo davvero? Ci sarà qualcuno in grado di fermarlo?

Il 4 febbraio arriva sugli scaffali “Un bello spavento” (formato 20×23, pag. 40, € 11,90), il nuovo libro scritto e illustrato da Elena Galloni, che torna a collaborare con la casa editrice Minibombo dopo il successo di “Chi c’è sotto il cappello?”.

Anche in quest’ultimo titolo, dedicato ai bambini dai 2 anni in su, l’autrice ha messo al centro una vicenda un po’ surreale, dove la sorpresa del lettore avrà un posto d’onore nel corso della lettura. Con un tratto a china nera e tenui tinte acquerello, l’autrice racconta l’inatteso viaggio da un capo all’altro del globo del lombrico protagonista della storia. Questo esserino a righe, in cerca inizialmente solo di un gustoso spuntino, si ritroverà suo malgrado, un balzo dopo l’altro, ad accompagnare i lettori nei più disparati luoghi, fino a un’improvvisa interruzione che svelerà il segreto di quei saltelli… impossibili da controllare. Regalo ideale per i nipotini, che vorranno sentirselo rileggere centinaia di volte, per essere sicuri che effettivamente ogni volta il piccolo lombrichetto avrà la meglio sui suoi saltelli e soprattutto sul feroce leone che incontra nel suo cammino.

Leggi altri articoli di questa rubrica:

Check Also

Ricordando Igor Stravinskij

Risonanze Il 6 aprile ricorreva il 50° anniversario della morte di uno dei più grandi …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: